iscrizionenewslettergif
bergamosvil1png

Bergamo scomparsa: l’Hospital grande di San Marco

Bergamo scomparsa: l’Hospital grande di San Marco

Il progetto di fusione dei piccoli centri di ricovero in un unico organismo a servizio della città intera era già stato oggetto di trattazione presso il consiglio maggiore cittadino fin dal 1449. Anche Bergamo sentiva come indispensabile quel processo di razionalizzazione della gestione assistenziale che in quel momento stava coinvolgendo molti stati europei e produceva […]

La Guerra di liberazione? Non fu solo dei partigiani

La Guerra di liberazione? Non fu solo dei partigiani

Riceviamo e pubblichiamo questo intervento da parte di Michele Galante, presidente dell’Associazione nazionale combattenti guerra di liberazione inquadrati nei reparti regolari delle forze armate (Ancfargl) di Bergamo, in merito al ruolo svolto dai reparti delle forze armate italiane nella cosiddetta “Guerra di liberazione”. “Gentile direttore, da alcuni anni osservo con attenzione innumerevoli articoli di varie […]

Bergamo scomparsa: l’ospedale di Sant’Antonio

Bergamo scomparsa: l’ospedale di Sant’Antonio

Abbiamo visto nell’ultimo incontro come anche a Bergamo, intorno alla metà del Quattrocento, si progettasse l’accorpamento dei piccoli ospedali disseminati nella città in un unico grande organismo la cui gestione oltre ad ottimizzare i servizi avrebbe consentito un maggior controllo. L’operazione voluta sia dall’autorità comunale che dal vescovo, accolta con riluttanza da molti, suscitò la […]

Bergamo scomparsa: la sanità prima dell’Hospital Grande

Bergamo scomparsa: la sanità prima dell’Hospital Grande

Abbiamo visto nell’ultimo incontro che tre degli ospedali esaminati erano destinati all’assistenza di individui affetti da malattie specifiche o di soggetti non autosufficienti: i pazzi, i lebbrosi, gli orfani. Ma esistevano in città anche luoghi ospitali, “xenodochia”, che da epoca antichissima offrivano un’assistenza più generica di ricovero ai viandanti, cura ai malati, sostegno ai poveri. […]

Bergamo scomparsa: la lebbra e gli ospedali del borgo

Bergamo scomparsa: la lebbra e gli ospedali del borgo

Abbiamo visto nell’ultimo incontro che nel borgo San Leonardo c’erano quattro ospedali: “Cossa incredibille” scriveva il viaggiatore veneziano Marin Sanudo, evidentemente ammirato dell’alto numero di istituzioni assistenziali presenti in città. Oltre al già citato ospedale di San Leonardo dei Crociferi ricordiamo l’ospedale trecentesco che ospitava “pazzi et fatui” presso il Consorzio dei disciplini di Santa […]

Bergamo scomparsa: la nascita di Piazza Pontida

Bergamo scomparsa: la nascita di Piazza Pontida

Abbiamo citato nelle due ultime puntate la descrizione di un viaggiatore veneziano del primo Cinquecento. Non fu il solo a lasciarci un ritratto della nostra città attraverso affascinanti annotazioni di viaggio. Nel 1483 Marin Sanudo, anch’egli veneziano, così descriveva il borgo San Leonardo: “De la banda de Milan è il borgo bellissimo, tuto murado et […]

Bergamo Scomparsa: i progetti del nuovo Duomo

Bergamo Scomparsa: i progetti del nuovo Duomo

Sappiamo dalle puntate precedenti che a Bergamo due chiese si erano contese il titolo di cattedrale. La basilica di Sant’Alessandro era al di fuori delle mura medioevali nei pressi dell’attuale Colle Aperto; la chiesa di San Vincenzo era nel centro cittadino là dove sorge l’attuale Duomo. Entrambe erano dotate di un capitolo di canonici. I […]

Bergamo scomparsa: l’affresco (sparito) del Bramante

Bergamo scomparsa: l’affresco (sparito) del Bramante

“Li phylosophi coloriti nella fazzada sopra la piazza”. Sette monumentali figure di antichi sapienti, alte anche più di due metri, inquadrate in un’architettura fittizia che si sovrapponeva all’architettura reale dell’edificio che costeggia Piazza Vecchia, a Bergamo Alta. Sedevano classicamente abbigliati fra una finestra e l’altra e le finestre erano vere, ma si inserivano in una […]

Bergamo scomparsa: quando Piazza Vecchia era a scacchi

Bergamo scomparsa: quando Piazza Vecchia era a scacchi

Con l’annessione ai domini veneziani, Bergamo assumeva il ruolo di città di frontiera, estremo avamposto occidentale di un grande Stato su un fronte per giunta particolarmente delicato. Ma per più di un secolo gli interventi relativi alla difesa non ebbero carattere innovativo. Abbiamo già rilevato in una puntata precedente che la cerchia muraria oggi indicata […]

Bergamo scomparsa: la città devastata dagli assedi

Bergamo scomparsa: la città devastata dagli assedi

“Combusta et inhabitata”, bruciata e disabitata, appariva la città di Bergamo ai veneziani giunti a prenderne possesso nel 1428. Le lotte tra guelfi e ghibellini, gli assedi e le scorrerie da parte delle truppe milanesi l’avevano ridotta in gran parte ad un cumulo di rovine. Uno dei primi provvedimenti della Serenissima, messo in atto quando […]

banner2-box-quadrato-300x250jpg
box1cdsjpg