iscrizionenewslettergif
Politica

Sondaggi: Lega primo partito. Ma ora servono anche i “piccoli”

Di Redazione11 Settembre 2019 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Per tornare a vincere il centrodestra deve allargare. E Toti diventa determinante

Sondaggi: Lega primo partito. Ma ora servono anche i “piccoli”
Toti, Meloni e Salvini

ROMA — Nonostante la flessione dovuta alla crisi di governo, la Lega si conferma primo partito nel gradimento degli italiani. Solo che ora per andare a governare avrà bisogno del sostegno degli altri partiti del centrodestra, vecchi e nuovi.

Non è un caso che Salvini da giorni ripeta come un mantra che “i confini del centrodestra devono essere allargati”. Il leader del Carroccio sembra pronto ad accogliere nella coalizione che verrà Fratelli d’Italia ma anche Forza Italia (sempre che Berlusconi ci stia) e il nuovo partito “Cambiamo” creato da Giovanni Toti che ora rischia di diventare determinante.

L’ultimo sondaggio di Swg per il TgLa7 dice che la Lega è in ulteriore leggero calo dello 0,2 per cento e si è stabilizzata al 33,4 per cento. Resta dunque, con ampio margine, il primo partito italiano.

Al secondo posto c’è il Pd, in aumento di un punto percentuale. Quel tanto che basta per far salire la formazione di Zingaretti al 22,1 per cento, scavalcando di poco il Movimento 5 stelle che si attesta al 21 per cento, in flessione dello 0,4.

Ora, i numeri dicono che se vuole vincere le prossime elezioni il centrodestra dovrà presentarsi compatto. Con Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni, oggi stimata al 7.9 per cento. Con Forza Italia in ulteriore calo di un punto, al 5,2 per cento. E con la new entry “Cambiamo”, di Giovanni Toti, che parte da un consenso attuale del 2,3 per cento e che comincia ad assorbire gli elettori di Berlusconi.

Conte: Salvini incolpa altri per salvarsi

Giuseppe ConteROMA -- Dura replica del premier Giuseppe Conte agli attacchi di Matteo Salvini in Senato. ...