iscrizionenewslettergif
Politica

Lega, la strategia d’autunno parte dalla Berghem fest

Di Redazione13 Agosto 2019 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Salvini domenica 1 settembre ad Alzano Lombardo per lanciare la campagna elettorale (se si vota)

Lega, la strategia d’autunno parte dalla Berghem fest
La presentazione della Berghem Fest

BERGAMO — “Vogliamo fare un talk show televisivo a portata della gente”. E’ questo il format scelto dalla Lega per la nuova edizione della Berghem fest, la trentesima, che si terrà dal 22 agosto al 2 settembre ad Alzano Lombardo, alle porte di Bergamo.

Personaggi di primo piano a livello nazionale, intervistati da giornalisti delle maggiori testate e poi le domande del pubblico: la formula è mediata dalla tv e sono previsti anche collegamenti televisivi, spiegano gli organizzatori.

A presentare l’evento, questo pomeriggio nella sede provinciale del Carroccio il deputato Daniele Belotti, il consigliere regionale Roberto Anelli e il dirigente provinciale Giuseppe Rota.

Rota e Belotti

Rota e Belotti

“Quest’anno, visto quanto sta accadendo a Roma – spiega il parlamentare – è evidente che gli incontri della Berghem fest saranno anche occasione per un confronto politico strategico”. Detto fuori dai denti: non solo passerella, ma soprattutto incontri di sostanza.

Oltre allo stato maggiore della Lega ci saranno Gianluigi Paragone (M5s), Gianfranco Librandi (Pd), Maria Stella Gelmini (Forza Italia), Giovanni Toti (Cambiamo) e il governatore lombardo Attilio Fontana. Per dieci giorni la politica italiana passerà da qui. Il clou domenica 1 settembre, quando Matteo Salvini salirà sul palco, intervistato da Paolo Del Debbio di Mediaset. Sarà, sempre che si vada a votare, il lancio della nuova campagna elettorale.

La domanda sulla crisi è d’obbligo. Belotti è attendista ma amareggiato: “Tutto dipende dai renziani. Ma devo dire che sono sconcertato dalla capacità di saltare da una parte all’altra pur di rimanere attaccati alle poltrone. Fino a ieri Renzi e il M5s si sono scannati, ora parlano di governare insieme. Sono basito. Salvini ha staccato la spina per il voto del M5s a favore della presidente della Commissione Ue Van Der Leyen, prodotto di Macron e della Merkel, e per il no all’autonomia regionale”.

Daniele Belotti

Daniele Belotti

I governatori del Nord l’attendevano. Sono rimasti a bocca asciutta. “E ora temiamo anche per le Olimpiadi di Milano-Cortina – spiega Anelli -. Un governo M5s-Pd potrebbe anche decidere non finanziare l’operazione, o finanziarla solo in parte. A quel punto la Lombardia è pronta a garantire che si faranno lo stesso, anche con l’intervento di privati”.

Roberto Anelli

Roberto Anelli

Il tempo dirà sei i timori sono fondati. Intanto restiamo alla Berghem fest, per la buona riuscita della quale lavoreranno 150 volontari, spiega Rota. Uno sforzo organizzativo di 3-4 mesi, per quello che è il principale appuntamento nazionale del Carroccio (tolta Pontida). Lo scorso anno ci sono stati 5000 partecipanti a serata. Visto l’aria che tira, è possibile che quest’anno si vada ben oltre. “Il leit motiv – aggiunge Rota – sarà ‘Meglio tardi che mai’. Per ogni iscritto al Pd che consegna la tessera, cena gratis”. “Andremo in fallimento”, scherza Belotti.

L’atmosfera è quella rilassata di Ferragosto. Le tensioni, quelle vere, sono 600 chilometri più a sud.

Wainer Preda

Calenda: il Pd è finito

Il ministro CalendaROMA -- "Il Pd è finito". Lo ammette Carlo Calenda ai microfoni di 'Circo Massimo', ...

Salvini spiazza i 5stelle: ok al taglio dei parlamentari. Poi voto

Matteo Salvini in SenatoROMA -- Mossa in contropiede di Matteo Salvini che oggi in senato ha spiazzato il ...