iscrizionenewslettergif
Politica

Forza Italia espelle i totiani. Sorte: io seguo Toti

Di Redazione9 Agosto 2019 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

FI: chi aderisce a Cambiamo decade dagli incarichi. I dissidenti: fantomatico coordinamento

Forza Italia espelle i totiani. Sorte: io seguo Toti
Toti e Berlusconi

ROMA — In piena fibrillazione per le sorti del governo gialloverde, Forza Italia ha deciso l’espulsione degli esponenti politici azzurri iscritti al movimento “Cambiamo”, di Giovanni Toti.

A renderlo noto è il Coordinamento di presidenza forzista. “Prendiamo atto della costituzione dell’associazione Cambiamo che nasce su presupposti divisivi e con finalità totalmente incompatibili e inconciliabili con l’iniziativa politica di Forza Italia. Si ritiene quindi che, obbedendo a un principio di lealtà e trasparenza, i dirigenti di Forza Italia che abbiano partecipato alla costituzione dell’associazione Cambiamo o che in futuro decidano di aderirvi debbano considerarsi decaduti dai loro incarichi in Forza Italia, anche per quanto riguarda gli incarichi nei gruppi parlamentari. In assenza di iniziative autonome e nel presupposto della totale incompatibilità con Cambiamo saranno inoltre immediatamente attivati gli organi statutari per l’espulsione da Forza Italia di chi ha aderito o aderirà all’associazione”.

A stretto giro la risposta dei totiani. “A pochi giorni dalla defenestrazione dei due coordinatori nazionali di Forza Italia, Mara Carfagna e Giovanni Toti che hanno potuto esercitare il mandato di Silvio Berlusconi per iniziare un percorso di riforma e rinnovamento del partito solo per un brevissimo tempo, oggi a nome di un fantomatico organismo denominato coordinamento di presidenza, non contemplato dallo statuto di Forza Italia e che andrebbe a sostituirsi nelle funzioni al Comitato di Garanzia, si chiede la sospensione dagli incarichi e l’espulsione di coloro che hanno aderito al Comitato Promotore di ‘Cambiamo’, associazione che si pone come compito prioritario quello di chiamare a raccolta tutti coloro che nel perimetro del centrodestra ritengono di poter collaborare alla formazione di un soggetto politico liberale popolare e riformista”. Lo dichiarano in una nota i senatori Paolo Romani, Luigi Vitali, Massimo Berutti e i deputati Alessandro Sorte e Stefano Benigni.

Sentito da Bergamosera, il bergamasco Alessandro Sorte non sembra troppo turbato dalla situazione e ribadisce semplicemente: “Io seguirò Giovanni Toti”.

Salvini stacca la spina. Conte: mi sfiduci in parlamento (video)

Giuseppe ConteROMA -- Il finale di una giornata drammatica per la politica italiana arriva alle 22:30. ...

A Mattarella il pallino della crisi: e spunta un governo Draghi

Mario Draghi e Sergio MattarellaROMA -- La mossa di Salvini di far saltare il governo potrebbe rivelarsi improvvida. Con ...