iscrizionenewslettergif
Esteri

Giallo in Grecia: astrofisica trovata morta in un burrone

Di Redazione8 Agosto 2019 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Giallo in Grecia: astrofisica trovata morta in un burrone
La ragazza morta

ATENE, Grecia — È stata ritrovata morta in fondo a un burrone la scienziata britannica dispersa in Grecia nell’isola di Icaria.

La donna era scomparsa lunedì mattina. Il suo compagno ha raccontato che era andata a fare jogging e non è tornata. Il corpo è stato ritrovato in fondo a una scarpata profonda una ventina di metri in una difficile area montuosa.

La 34enne non era visibile dal sentiero. Il corpo è stato individuato grazie ad apparecchiature di geolocalizzazione che hanno utilizzato le informazioni rilevate dal segnale del cellulare.

Natalie Christopher lavorava a Cipro ed era in vacanza con il fidanzato cipriota. E’ stato l’uomo, non vedendola rientrare, ad allertare la polizia. Il mistero è complicato dal fatto che, secondo l’emittente greca Skai, il cellulare della ragazza, 24 ore dopo che il partner ne aveva denunciato la scomparsa, è stato riattivato: non è chiaro da chi, se da lei o da qualcuno che lo aveva trovato. Gli agenti hanno inviato due messaggi di testo al numero, senza ricevere alcuna risposta.

Martedì pomeriggio la polizia ha trovato tessuti macchiati di sangue nel bagno della camera d’albergo dove la ragazza stava con il partner; la polizia scientifica ha poi trovato macchie di sangue sulla federa del cuscino. Il fidanzato ha spiegato che quella notte lei aveva perso sangue dal naso.

La polizia al momento non si sbilancia sulle cause della morte.

Missili Usa in Asia: la Cina reagirà

Un missile nucleare cinesePECHINO, Cina -- La Cina "non starà pigramente a guardare" se gli Stati Uniti dispiegheranno ...

Russia: incendio nella base dei sottomarini atomici

Sottomarini nucleari russiMOSCA, Russia -- Due persone sono morte e altre sei sono rimaste ferite oggi in ...