iscrizionenewslettergif
Bergamo

Caso Fiera: le associazioni ipotizzano un nome per la direzione

Di Redazione12 Luglio 2019 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Dovrà gestire la fase transitoria fino alla prossima assemblea

Caso Fiera: le associazioni ipotizzano un nome per la direzione
Il polo fieristico di Bergamo

BERGAMO — Sarà probabilmente il commercialista Fabio Sannino l’uomo che avrà l’incarico gestire la fase di transizione di Promoberg, i cui vertici sono finiti nella bufera per un’inchiesta della Procura di Bergamo sui falsi rimborsi.

Nonostante le divisioni e le legittime polemiche, le organizzazioni di categoria hanno deciso di convergere sul nome del professionista che in passato è stato liquidatore di Servitec e Innowatio.

Il nome del commercialista – 58 anni, revisore legale e socio di uno dei principali studi cittadini e un passato nella società di revisione contabile Arthur Andersen – sarà messo sul tavolo dei soci di Promoberg lunedì prossimo.

Sannino è visto dalle associazioni come uomo super partes e, qualora accettasse l’incarico di direttore pro-tempore, dovrà guidare l’ente fiera fino alla prossima assemblea. Sarà durante quell’assise che la società specializzata Kpgm renderà noti ai soci gli accertamenti tecnici sui bilanci passati dell’ente fieristico.

Intanto Ascom sta valutando la possibilità di costituirsi parte civile nei confronti degli ex vertici di Promoberg, qualora si arrivasse a processo. Se ne parlerà nel consiglio direttivo del 17 luglio.

Bergamo, caso Fiera: indagini partite da esposto di Gori

Guardia di finanzaBERGAMO -- Due mesi di indagini partite da un esposto del sindaco di Bergamo Giorgio ...

Fiera, arriva Sannino. Gelo fra Gori e le associazioni

Fabio SanninoBERGAMO -- E' ufficiale: il commercialista Fabio Sannino sarà il presidente ad interim della Promoberg, ...