iscrizionenewslettergif
Politica

Von Der Leyen e Lagarde: due donne ai vertici dell’Europa

Di Redazione3 Luglio 2019 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Von Der Leyen e Lagarde: due donne ai vertici dell’Europa
Ursula Von Der Leyen e Christine Lagarde

BRUXELLES, Belgio — La popolare tedesca Ursula Von Der Leyen sarà il nuovo presidente della Commissione Europea, mentre la francese Christine Lagarde sostituirà Mario Draghi alla guida della Bce.

E’ quanto emerge dalle trattative a Bruxelles. Il belga liberale Charles Michel andrà alla presidenza del Consiglio europeo e il socialista spagnolo Josep Borrell come Alto rappresentante. Sono in corso contatti tra Bruxelles e Strasburgo per sciogliere anche l’ultimo nodo relativo al presidente del Parlamento europeo.

“Sono onorata di essere stata nominata alla presidenza della Bce”. Questo il primo commento di Christine Lagarde, aggiungendo che “lascerà temporaneamente il ruolo di direttore generale del Fmi durante il periodo che precede la nomina”.

“Avremo il portafoglio più strategico nell’interesse dei cittadini italiani: la concorrenza”. Lo dice il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa a Bruxelles. “C’è un accordo di massima con i vicepremier, che ho sentito, e mi sembra che tutti siamo d’accordo che nella designazione la magna pars l’avrà la Lega, alla luce del risultato delle europee. Naturalmente concorderemo la figura più idonea”.

Con le cariche che ha ottenuto “l’Italia potrà orientare la nuova politica economica e sociale dell’Unione europea. Era quello che avevo richiesto: guardiamo ai profili e alle figure. Non avevo davanti un foglio bianco e il mio dream team ma la composizione di vertice dell’Ue è molto equilibrata”. Lo dice il premier Giuseppe Conte in conferenza stampa a Bruxelles.

Sea Watch, Carola liberata: l’ira di Salvini

Carola RaketeAGRIGENTO -- Il gip di Agrigento non ha convalidato l'arresto della comandante della Sea Watch ...

Stop all’autonomia: l’ira del governatore Fontana

Attilio FontanaMILANO -- "Il partito del no vuole condannare il nostro Paese all'immobilismo e all'arretratezza". Lo ...