iscrizionenewslettergif
Politica

Sea Watch ferma davanti a Lampedusa. Ira di Salvini

Di Redazione27 Giugno 2019 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Sea Watch ferma davanti a Lampedusa. Ira di Salvini
La Sea Watch al largo di Lampedusa

ROMA — E’ ancora ferma davanti al porto di Lampedusa la Sea Watch 3 della Ong tedesca, ma battente bandiera olandese, al centro di un braccio di ferro con il governo italiano.

La comandante della nave, Carola Rackete, ieri aveva deciso di forzare il divieto di ingresso nelle acque territoriali con l’intenzione di sbarcare a terra i 42 migranti soccorsi al largo della Libia.

A stretto giro la risposta del ministro dell’Interno Matteo Salvini: “Sea Watch ha fatto la sua battaglia politica sulla pelle di 42 persone. In 15 giorni sarebbero arrivati in Olanda due volte. Hanno rifiutato i porti sicuri più vicini. Ong aiutano trafficanti di esseri umani. Non assecondo chi aiuta gli scafisti che con i soldi degli immigrati poi si comprano armi e droga. E non permetto che siano Ong straniere a dettare le leggi sui confini nazionali di un Paese come l’Italia”.

“Non sbarcheranno, schiero la forza pubblica. Ora mi aspetto che qualcuno emetta un ordine di arresto” ha concluso Salvini.

Forza Italia: oggi il percorso per il congresso

Mara CarfagnaROMA -- Passaggio importante per il rilancio di Forza Italia. Oggi si riunirà a Roma ...

Manifestazione di Toti a Roma: pullman da Bergamo

Paolo FrancoBERGAMO -- Un pullman da Bergamo per partecipare alla convention organizzata da Giovanni Toti a ...