iscrizionenewslettergif
Politica

Forza Italia Bergamo: Paolo Franco resta segretario provinciale

Di Redazione14 Maggio 2019 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Durissimo intervento davanti a militanti e candidati alla Fiera di Bergamo: dopo le Europee si cambia

Forza Italia Bergamo: Paolo Franco resta segretario provinciale
Paolo Franco

BERGAMO — Dopo la lettera di dimissioni di qualche settimana fa, Paolo Franco ha deciso di restare alla guida di Forza Italia Bergamo fino a dopo le elezioni. Lo ha detto ieri sera lo stesso segretario provinciale davanti a militanti e candidati riuniti alla Fiera di Bergamo.

“I vertici regionali mi hanno chiesto di restare a gestire la transizione – ha spiegato -. Con senso di responsabilità porterò ancora avanti il partito durante questa fase difficile e impegnativa”.

Ma al di là delle elezioni, che si prospettano particolarmente complicate per gli azzurri, è al domani che, secondo il consigliere regionale, il partito deve pensare.

“Abbiamo dato la vita per qualcuno che è scappato”: usa una frase forte Franco, presa da “Centomila gavette di ghiaccio”, per cominciare la sua riflessione sulla gestione dell’attuale Forza Italia. L’intervento ha toni morbidi ma contenuti durissimi.

“Siamo arrabbiati. Anche per le ultime vicende milanesi. Siamo garantisti. Ma chi fa delle scelte se ne deve assumere la responsabilità. Scelte che se sono sbagliate danneggiano l’immagine di tutti. E noi non possiamo essere infangati da responsabilità altrui”.

“Non siamo più al 30 per cento – continua il segretario provinciale – ma il lavoro da fare non ci spaventa. Siamo orobici, gente moderata, onesta, pragmatica e leale. Da parte dei miei candidati e militanti voglio vedere onore e dignità politica, nel rappresentare la nostra comunità”.

Poi il passaggio più aspro: “Ho detto ai vertici regionali che io ci sono. Non scappo. E la prova è che sono qui stasera. Ma non posso stare a guardare un partito che non dà valore alla mia terra. La mia gente non può essere presa in giro”.

“E allora dobbiamo spingere di più, creare consenso per contare dentro Forza Italia. Ma sia chiaro, il partito dopo le Europee va rinnovato. Servono regole democratiche stabilite e un congresso. L’unico strumento che riconosciamo è quello del merito, del consenso raccolto sul territorio. Ci si misuri con la gente, con militanti e sostenitori. E questo valga anche per la classe dirigente del partito”.

Morto l’ex ministro socialista Gianni De Michelis

Gianni De MichelisROMA -- E' morto Gianni De Michelis, ex esponente di spicco del Psi di Craxi, ...

Forza Italia Bergamo: rabbia e orgoglio in Fiera (foto)

Forza Italia BergamoRabbia e orgoglio. E' quanto andato in scena ieri sera alla Fiera di via Lunga, ...