iscrizionenewslettergif
Italia

Libia, 800mila migranti pronti a “invadere” l’Italia

Di Redazione16 Aprile 2019 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Lo ha detto il premier Al-Sarraj in un'intervista al Corriere. Onu: Haftar colpo di Stato

Libia, 800mila migranti pronti a “invadere” l’Italia
Migranti

ROMA — Il conflitto in Libia potrebbe spingere 800mila migranti verso le coste dell’Italia e dell’Europa. E fra questi anche criminali e soprattutto jihadisti legati all’Isis. Lo ha detto in un’intervista al Corriere il premier libico Fayez Al-Sarraj.

“Ringrazio l’Italia per aver tenuto aperta l’ambasciata, per mantenere in funzione l’ospedale da campo a Misurata, per il supporto politico che il governo Conte ci sta offrendo”, ha aggiunto. “Siamo di fronte a un’aggressione che potrà diffondere il suo cancro in tutto il Mediterraneo. C’è bisogno che Roma e l’Ue siano unite e ferme nel bloccare la guerra di aggressione di Haftar, che ha tradito la Libia e la comunità internazionale”.

Il bilancio dell’offensiva lanciata il 4 aprile su Tripoli è di almeno 147 morti e 614 feriti, secondo l’Oms. Le forze del generale hanno lanciato cinque missili Grad sul quartiere di Abu Slim, a ridosso del centro di Tripoli. Gli scontri hanno prodotto almeno 18mila sfollati, secondo le stime dell’Onu.

Per le Nazioni Unite, “Khalifa Haftar non sta compiendo un’operazione anti-terrorismo, ma un colpo di Stato”, ha detto l’inviato speciale dell’Onu in Libia, Ghassan Salamè.

Pallonata al torace: tredicenne gravissimo

AmbulanzaNOVARA -- Un ragazzo di 13 anni è stato ricoverato in gravissime condizione in ospedale ...

Precipita dal quinto piano: bimbo grave

Bimba muore per sospetta meningiteROMA -- Un bambino è precipitato dal quinto piano di un palazzo in via Giulio ...