iscrizionenewslettergif
Bergamo

Bergamo, Guardia di finanza: inaugurato l’anno accademico (foto)

Di Redazione11 Febbraio 2019 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Bergamo, Guardia di finanza: inaugurato l’anno accademico (foto)
L'inaugurazione dell'anno accademico della Guardia di finanza

BERGAMO — Apertura dell’anno accademico della Guardia di finanza sabato scorso a Bergamo.

Nell’aula magna dell’Università degli Studi di Bergamo presenti il prefetto di Bergamo Elisabetta Margiacchi, il presidente della Provincia Gianfranco Gafforelli, il presidente vicario della Corte d’appello di Brescia Enrico Fischetti, il procuratore generale di Brescia Pierluigi Maria dell’Osso, il presidente del Tribunale di Bergamo, Cesare De Sapia, numerosi parlamentari locali e altre autorità civili e militari,

All’evento, allietato dalle musiche e dai canti della banda e del coro del liceo musicale “Secco Suardo”, diretti dai ,aestri Giacomo D’Amelio e Gianbattista Grasselli,
sono intervenuti l’ispettore per gli istituti di istruzione della Guardia di finanza, generale di divisione Walter Manzon, il rettore dell’Università di Bergamo Remo Morzenti Pellegrini, il prorettore di Milano–Bicocca Loredana Garlati e il prorettore di Roma – Tor Vergata Maurizio Decastri.

L'inaugurazione dell'anno accademico della Guardia di finanza

L’inaugurazione dell’anno accademico della Guardia di finanza

La cerimonia è stata aperta dall’intervento del comandante dell’Accademia, generale di brigata Bonifacio Bertetti, che ha espresso sentimenti di profonda riconoscenza agli ufficiali istruttori e al personale del quadro permanente, nonché ai docenti e alle Università di Bergamo, di Milano Bicocca e di Roma Tor Vergata, evidenziando la forte collaborazione che si è instaurata e che non si limita all’attività di docenza, ma si allarga al periodico monitoraggio della qualità degli studi effettuati dai frequentatori, al coordinamento dei programmi delle varie discipline e al tempestivo aggiornamento degli stessi programmi e delle metodologie didattiche, in funzione dei costanti mutamenti dei contesti socioeconomici di riferimento e del sistema giuridico del Paese. Il comandante ha inoltre sottolineato la ormai consolidata integrazione dell’Accademia nel contesto cittadino, che costituisce un vero e proprio valore aggiunto per l’attività formativa che l’istituto deve svolgere. Integrazione che trova concreta espressione in felici e proficue sinergie e ambiti di collaborazione con tutte le istituzioni, gli enti e le associazioni del territorio.

Bertetti ha poi voluto evidenziare il particolare valore degli allievi che hanno superato una selezione durissima scegliendo di servire il Paese e la collettività in
un corpo che deve garantire legalità e sicurezza economico-finanziaria e che, nonostante le faticose attività svolte in Accademia, trovano il modo di dedicarsi al prossimo.

L'inaugurazione dell'anno accademico della Guardia di finanza

L’inaugurazione dell’anno accademico della Guardia di finanza

A seguire, Morzenti Pellegrini ha effettuato la prolusione dal titolo “L’autonomia universitaria nella dimensione europea della conoscenza”. L’intervento ha toccato il tema
dell’autonomia universitaria, sottolineando che le Università possono aprirsi all’interazione e alla collaborazione, contribuendo alla costruzione e allo sviluppo di una dimensione europea della conoscenza, al fine di creare una società inclusiva, innovazione e lavoro. Secondo il relatore la sfida dell’autonomia è quella di rendere le Università più competitive, ma anche cooperative, a livello sia nazionale sia internazionale, potenziando la didattica e la ricerca, con un rinnovato e più proficuo rapporto con lo Stato, che ne è l’ente finanziatore, ma anche il più importante interlocutore.

L'inaugurazione dell'anno accademico della Guardia di finanza

L’inaugurazione dell’anno accademico della Guardia di finanza

Nel corso dell’inaugurazione sono stati premiati per la migliore tesi di laurea specialistica o magistrale, i vincitori del concorso “UniversitAccademia”, giunto alla decima edizione, cui hanno partecipato anche gli studenti delle Università di Bergamo e di Milano-Bicocca. Ulteriori premi sono stati conferiti agli allievi risultati primi negli studi nei rispettivi corsi di Accademia e agli ufficiali che si sono confermati primi in graduatoria, ininterrottamente, dal 2° anno di Accademia sino alla conclusione del quinquennio, con il riconoscimento di merito della “Sciabola d’Onore” per il ruolo “Normale Comparto Ordinario” e della “Targa d’onore” per il ruolo “Normale Comparto Aeronavale”.

La cerimonia si è conclusa con l’intervento del generale Walter Manzon, che, prima di dichiarare ufficialmente aperto il nuovo anno di studi, ha evidenziato che l’educazione ai valori costituisce un importante aspetto del processo di formazione degli allievi, mentre la cultura costituisce la premessa per innestare processi di educazione al pensiero critico e alla protezione dei diritti e dei doveri di cittadinanza, consolidando le virtù di cui ciascuno è portatore.

Bergamo, frontale sulla bretella dell’asse: due feriti

L'ambulanzaBERGAMO -- E' di due giovani rimasti feriti il bilancio di un incidente stradale avvenuto ...