iscrizionenewslettergif
Politica

Le centrali idroelettriche passano alle Regioni: la Lega esulta

Di Redazione8 Febbraio 2019 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Per la provincia di Bergamo sono previsti circa 2,5 milioni di euro l’anno

Le centrali idroelettriche passano alle Regioni: la Lega esulta
La diga del Barbellino

BERGAMO — Il Decreto semplificazione approvato oggi alla Camera prevede che le concessioni per le centrali idroelettriche passino dallo Stato alle Regioni e alle Province a titolo gratuito. Alla scadenza delle concessioni e nei casi di decadenza o rinuncia, infatti, si prevede il passaggio della titolarità alle Regioni. Lo rendono noto i parlamentari bergamaschi della Lega.

“Per la Lombardia e Bergamo è un risultato eccezionale nell’ottica del federalismo – dichiarano Roberto Calderoli, Daniele Belotti, Rebecca Frassini, Toni Iwobi, Simona Pergreffi, Alberto Ribolla e Cristian Invernizzi -. Ci saranno più soldi per Regioni e Province e anche per i Comuni dove dighe e centrali sono installate”.

Prevista anche l’opzione di partenariato pubblico-privato che potrebbe coniugare sensibilità rispetto agli interessi generali, ad esempio i rilasci, la tutela della flora e della fauna, i livelli dei laghi e le esigenze agricole, a professionalità di gestione e capacità di massimizzare i proventi.

“I canoni delle grandi derivazioni idroelettriche collegati alla rendita saranno destinati ai territori provinciali. Per la provincia di Bergamo sono previsti circa 2,5 milioni di euro l’anno. Le Regioni potranno chiedere a costo zero una parte dell’energia prodotta su tutte le grandi derivazioni, che potrà essere utilizzata nell’ambito dei servizi pubblici, ad esempio per gli ospedali di montagna. Energia che per almeno il 50% dovrà essere destinata alle Province che ospitano le dighe. L’elettricità inoltre sarà gratuita per quei Comuni che hanno sul loro territorio gli impianti idroelettrici. I servizi pubblici saranno dunque a costo zero”.

“E’ una vittoria federalista della Lega – dichiarano I parlamentari leghisti bergamaschi – è il primo passo verso l’autonomia. Per le realtà montane, inoltre, è una boccata d’ossigeno fondamentale nell’ottica di un rilancio economico perché potranno utilizzare una parte importante dei proventi generati dalle proprie centrali idroelettriche. Come Lega siamo molto orgogliosi di questo risultato”.

La Lega polemizza col forzista Fontana: i rinforzi non sono pochi

Daniele BelottiBERGAMO -- “L’onorevole Gregorio Fontana – dichiarano i parlamentari leghisti Roberto Calderoli, Daniele Belotti, Simona ...

La Francia non vuole più i migranti della Sea Watch

Conte e MacronROMA -- "Il richiamo dell'ambasciatore di Francia in Italia non è permanente, ma era importante ...