iscrizionenewslettergif
Italia

Furti nelle ditte e fughe a 250 all’ora: presi

Di Redazione31 Gennaio 2019 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Furti nelle ditte e fughe a 250 all’ora: presi
I carabinieri

MILANO — Rubavano in ditte e poi scappavano ad altissima velocità su auto di grossa cilindrata. Ma alla fine non sono sfuggiti ai carabinieri i componenti di una banda sgominata ieri nel Milanese.

I militari hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del Tribunale di Milano, nei confronti di 5 stranieri, pregiudicati, ritenuti responsabili di associazione per delinquere finalizzata a furti e riciclaggio.

Li hanno arrestati dopo un blitz nelle province di Milano e Lodi, sospettandoli di avere commesso almeno 20 furti in danno di aziende in tutto il Nord Italia.

Nel commettere le razzie “si avvalevano dell’uso di autovetture di grossa cilindrata, raggiungendo, anche nei centri abitati, velocità ben superiori a 250 Km/h”. E durante le investigazioni è stato accertato l’utilizzo di un’Audi Rs3, provento di furto commesso nel mese di dicembre 2017 all’interno di una ditta sita nel Comune di Altavilla Vicentina (Vicenza).

Sono 23 i furti contestati nell’ordinanza di custodia cautelare ai 5 membri della banda di ladri arrestati dai carabinieri della compagnia di Corsico ma gli investigatori ritengono che il gruppo ne abbia commessi almeno altri 70-80 in giro per il nord Italia.

Scomparso 10 anni fa: ritrovato il suo zaino

L'uomo è stato ritrovato nel boscoTRENTO — Un escursionista ha ritrovato, per pura casualità, lo zaino di Marco Capuozzo, il ...

Cane scopre tesoro di lingotti d’oro in un box

Il cane in azioneTORINO -- Lingotti d'oro e denaro contante per un valore di 1,3 milioni di euro. ...