iscrizionenewslettergif
Bergamo

Bergamo, restauro del palazzo della Procura

Di Redazione6 dicembre 2018 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Bergamo, restauro del palazzo della Procura
Procura di Bergamo (copyright Bergamosera.com)

BERGAMO — La giunta comunale di Bergamo ha dato il via libera alla sistemazione dei fronti esterni palazzo della Procura di piazza Dante, previsto nel piano per le opere pubbliche del 2018.

“La realizzazione dell’intervento al Palazzo della Procura della Repubblica – afferma l’assessore ai Lavori Pubblici Marco Brembilla – è da inquadrare all’interno di un progetto più ampio di riqualificazione del Centro piacentiniano. In particolare questo restauro completa i lavori già eseguiti dalla Camera di Commercio e dalla Banca sugli edifici che si affacciano su Piazza Dante, luogo che presto vedrà una completa riqualificazione anche con il recupero (da parte di privati) dell’ex Diurno, oltre che il totale rifacimento della pavimentazione che verrà realizzata in pietra in luogo dell’attuale asfalto.”

L’edificio, sede della Procura della Repubblica, progettato dall’architetto Marcello Piacentini nell’ambito della realizzazione del nuovo centro cittadino di Bergamo e completato nel 1925, presenta sul fronte principale in piazza Dante una prevalenza di pietra naturale con elementi decorativi (statue in bronzo, medaglioni in pietra bianca, scalinata in granito), mentre nei restanti fronti c’è una maggior presenza di pietra artificiale, alternata a pietra naturale e intonaco.

Gli interventi proposti, che riguardano inizialmente solo il prospetto principale con i due risvolti sui lati Est ed Ovest fino al limite della prima apertura, riguarderanno la scalinata esterna, con restauro e conservazione degli elementi in masselli di pietra; opere di restauro dei differenti elementi dei fronti con lavorazioni prettamente di tipo conservativo; restauro dei bronzi posti ai lati dell’ingresso principale raffiguranti il Diritto e la Giustizia che sarà di tipo conservativo e mirato alla pulizia e protezione delle superfici in bronzo. E’ previsto l’intervento di un restauratore incaricato di procedere all’analisi chimica del materiale e all’esecuzione di due campioni di pulitura e trattamento finale; opere di tipo manutentivo/edile riguardanti principalmente i locali adibiti ad ex alloggio custode posti in copertura che saranno riqualificati per essere adibiti a locale di deposito.

Per quanto riguarda i tre portoni in legno massello, gli interventi sono anche in questo caso di restauro conservativo e sono stati suddivisi in base al differente stato di conservazione dei tre manufatti, determinato dal differente utilizzo ed esposizione.

I lavori della durata massima complessiva di 165 giorni, saranno svolti in modo da garantire sempre l’accessibilità e la fruizione degli uffici della procura della Repubblica.

L’ammontare complessivo delle opere è stato quantificato in €. 250.000,00

Bergamasco diventa ambasciatore di pace del Regno Unito

Radames Bonaccorsi Ravelli e l'ex console a Londra Massimiliano MazzantiBERGAMO -- Il presidente del circolo londinese dell'Ente bergamaschi nel mondo Radames Bonaccorsi Ravelli è ...