iscrizionenewslettergif
Salute

Camminare all’indietro aumenta la memoria

Di Redazione19 novembre 2018 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Camminare all’indietro aumenta la memoria
Memoria femminile

Camminare all’indietro come i gamberi aiuta ad “andare indietro” nel tempo, rivelandosi un ottimo esercizio per potenziare la memoria. Lo sostiene un singolare studio inglese.

La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Cognitive e condotta da Aleksandar Aksentijevic della University of Roehampton.

Partendo da un’idea di relazione tra il movimento nello spazio e il movimento nel tempo, gli scienziati hanno coinvolto oltre un centinaio di volontari in una serie di esperimenti. Innanzitutto i partecipanti guardavano un video con la scena di un crimine, oppure una lista di parole o una serie di immagini. Poi dovevano camminare in avanti o indietro o stare semplicemente fermi o anche solo immaginare di muoversi in avanti o all’indietro. Subito dopo queste azioni di moto i ricercatori chiedevano loro di ricordare dettagli del crimine, di ripetere le parole della lista o i soggetti delle foto che ricordavano.

Ebbene è emerso che la camminata da gamberi immediatamente prima di sottoporsi ai test mnemonici si associa a performance di memoria superiori. È come se il moto all’indietro avviasse nella mente un viaggio nel tempo passato.

“In conclusione – scrivono gli autori – riportiamo per la prima volta un chiaro effetto sulla memoria del viaggiare nel tempo con la mente stimolato dal movimento fisico”.

Consumo di calorie: maggiore nel tardo pomeriggio

Cinquemila passi al giorno per una salute di ferroIl tardo pomeriggio e la sera sono i momenti della giornata in cui bruciamo più ...

Età: si diventa anziani dopo i 75 anni

Cambia l'età dell'anzianitàDa oggi la popolazione italiana può considerarsi più giovane: si è ufficialmente "anziani" dai 75 ...