iscrizionenewslettergif
Igiene orale

L’igiene delle protesi dentali removibili

Di Redazione22 Ottobre 2018 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
L’igiene delle protesi dentali removibili
Protesi dentali removibili

Le protesi dentali rimovibili comunemente conosciute con il termine “dentiere” possono sostituire, ancora oggi, parzialmente o interamente i denti mancanti.

Rigide o semi-rigide, sono ancora una soluzione per la riabilitazione della bocca in quelle persone che non hanno alternative o possibilità di scelta. Obiettivo comune è restituire salute funzionale e psico-fisica riducendo la condizione di “disabilità” della bocca.

Ragioni culturali, economiche e patologiche sono spesso le motivazioni che limitano l’accesso alla terapia riabilitativa implanto-protesica (viti in titanio integrate intimamente con l’osso). La scelta di una protesi mobile pertanto resta una opportunità per riacquistare funzione, estetica e dignità sociale. L’assenza di denti (edentulia parziale o totale) e della struttura ossea sono il risultato di un passato di salute orale travagliato, di scarsa igiene orale che hanno favorito lo sviluppo di lesioni cariose, di parodontopatie talvolta correlate a malattie cronico degenerative come il diabete, le problematiche cardio vascolari, sistemiche che caratterizzano l’attuale e complessa problematica della “cronicità”.

Tornando alle protesi dentali rimovibili, la letteratura ci orienta su una moltitudine di malattie della bocca, tra le quali le più ricorrenti sono le stomatiti, mucositi che si evidenziano con stati eritematosi e iperplastici dei tessuti quali risposte infiammatorie sostenute da infezioni batteriche e fungine come per esempio la candida e altre lesioni come ulcere e decubiti. In molti casi si accompagnano a sintomatologia dolorosa e urente oltre ad alito fetido. Ulteriori manifestazioni sono quelle allergiche indotte dall’assunzione di farmaci. L’utilizzo altresì di protesi difettosa e incongrua, abitudini viziate come l’eccesso di consumo di tabacco, di alcol e la scarsa igiene sono fattori determinanti per la prevalenza delle malattie esposte.

Altro disturbo indotto dalla assunzione di farmaci è la secchezza della bocca (xerostomia) che comporta disagi alla masticazione, nella alimentazione e nella fonetica. La qualità e la quantità della saliva varia al variare delle capacità ghiandolari che per le ragioni già evidenziate non sono più efficienti complicando il quadro complessivo della salute orale. Alcuni dei farmaci maggiormente associati a questa tipologia di disturbi sono gli antidepressivi, antipsicotici, betabloccanti, antistaminici. La pluralità dei fattori sopra esposti e i conseguenti disagi esigono delle significative attenzioni e ottimali condizioni di Igiene.

Si rivela così fondamentale l’istruzione personalizzata, l’indicazione di tecniche di igiene orale appropriate in relazione agli stili di vita e alle capacità manuali. Elenchiamo gli elementi che determinano l’efficacia dell’igiene della bocca e dei manufatti protesici per una buona salute generale.

Per la bocca: uno spazzolino di durezza media o morbida, tecnica corretta e frequenza giornaliera di spazzolamento da due a tre volte al giorno, adeguata pressione e tempo dedicato per lo spazzolamento di denti presenti, mucose e della lingua.

Protesi rimovibile totale e parziale: uno spazzolino duro (per protesi), buona tecnica e frequenza di spazzolamento della protesi (almeno tre volte al giorno), tempo idoneo dedicato e decontaminazione.

Collutori, dentifrici e spazzolini non sono tutti uguali nella loro composizione e struttura pertanto si consiglia di chiedere ai competenti professionisti indicazioni e informazioni dettagliate sul loro utilizzo.

Laura Antonia Marino
Dottoressa in igiene dentale e
Scienze delle professioni sanitarie tecnico-assistenziali

L’erosione dei denti e le tendenze alimentari

DentiIl dente è composto da smalto e dentina. Lo smalto è formato per il 96% ...

I probiotici nella salute della bocca

Probiotici e salute della boccaGrande spazio occupano le informazioni su possibili benefici e miglioramenti della salute derivanti dall’utilizzo di ...