iscrizionenewslettergif
Politica

Cristina Parodi attacca Salvini: ira della Lega

Di Redazione11 ottobre 2018 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Cristina Parodi attacca Salvini: ira della Lega
Cristina Parodi

BERGAMO — Stanno suscitando polemiche a non finire le dichiarazioni a Radio 1 di Cristina Parodi, moglie del sindaco di Bergamo Giorgio Gori.

Alla conduttrice televisiva, intervistata da Radio 2 Rai, è stato chiesto a cosa è dovuta l’ascesa di Salvini. “All’arrabbiatura della gente” risponde la Parodi. “Al fatto che probabilmente non è stato fatto molto di quello che era stato promesso di fare. È dovuta alla paura e anche all’ignoranza. Mi fa paura vedere un tipo di politica che è basata sulla divisione, sui muri da erigere. Vorrei una politica che andasse incontro ai più deboli e che aiutasse questo Paese a risollevarsi in un altro modo”.

Quindi, dopo aver dissertato del movimento MeToo, ha parlato del marito Giorgio Gori e della sua ricandidatura.

Le dichiarazioni non sono andate per niente giù agli esponenti della Lega. I parlamentari del Carroccio, fra cui la bergamasca Simona Pergreffi, infuriati, hanno diffuso un comunicato al vetriolo. “Se Cristina Parodi è tanto delusa dalla politica italiana scenda in campo. E, soprattutto, lasci la Rai. Con le sue offese a Matteo Salvini, la giornalista e moglie del sindaco Pd di Bergamo, Giorgio Gori, ha utilizzato il servizio pubblico radio-televisivo a proprio uso e consumo, facendo propaganda politica alla faccia del pluralismo informativo e ciò non è giustificabile. Ne chiederemo conto in Commissione di Vigilanza Rai con un’interrogazione”.

Forza Italia, alta tensione. Toti: i vertici facciano autocritica

Giovanni TotiROMA -- "Non voglio fondare un nuovo partito, men che mai penso a una miniscissione. ...

Sondaggi, segreteria Pd: testa a testa fra Zingaretti e Martina

Maurizio MartinaROMA -- Sono praticamente alla pari nel gradimento degli elettori del Pd. E' un ...