iscrizionenewslettergif
Isola

Ponte di Calusco moribondo. Rfi: rischia il collasso

Di Redazione10 ottobre 2018 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Incontro dal ministro Toninelli: la parte più danneggiata è quella bergamasca. Il ponte regge solo il suo peso

Ponte di Calusco moribondo. Rfi: rischia il collasso
Il ponte di Paderno

BERGAMO — L’arcata più a rischio del ponte di Calusco sarebbe quella sulla sponda bergamasca. Lo hanno detto ieri l’amministratore delegato di Fs Gianfranco Battisti e il numero uno di Rfi Maurizio Gentile in un incontro al ministero delle Infrastrutture con il ministro Danilo Toninelli.

Al vertice hanno partecipato anche i sindaci di Calusco Michele Pellegrini e di Paderno Renzo Rotta, l’assessore regionale Claudia Maria Terzi, i rappresentanti delle amministrazioni provinciali di Bergamo e Lecco e i parlamentari dei due territori.

Dall’incontro è emerso che le condizioni del ponte sarebbero molto precarie. Secondo quanto spiegato da Gentile e Battisti la struttura al momento sarebbe in grado solo di reggere il suo peso, pari a quasi tremila tonnellate. E la parte messa peggio sarebbe appunto quella bergamasca. Il ponte ha 130 anni e le vibrazioni di quasi un secolo e mezzo tra passaggio di treni e auto, non consentirebbe il passaggio di ulteriori carichi oltre al proprio, pena un collasso improvviso, hanno spiegato i due.

Il progetto definitivo per la sistemazione del ponte sarebbe giù pronto, hanno detto Gentile e Battisti, e sarebbe stato trasmesso agli enti competenti per le autorizzazioni.

Dopo il via ai lavori, serviranno 5 mesi per consentire la riapertura del solo traffico ciclopedonale, prevista per la prossima primavera.

Entro la fine del 2018 invece sarà bandita la gara per l’affidamento dei lavori che prevedono la sostituzione di tutti gli elementi metallici che non assolvono più la loro funzione strutturale.

Terno, polvere dal cantiere: 15 studenti si sentono male

AmbulanzaBERGAMO -- Quindici studenti si sono sentiti male questa mattina alla scuola media Einaudi di ...