iscrizionenewslettergif
Sport

Atalanta, la vittoria col Chievo è una necessità

Di Redazione10 ottobre 2018 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Ma a Verona troverà una squadra diversa, con l'arrivo dell'ex ct della nazionale Ventura

Atalanta, la vittoria col Chievo è una necessità
Gian Piero Gasperini

BERGAMO — Era dal 2009, dalla stagione della retrocessione in B, stagione iniziata malissimo prima con Angelo Gregucci e poi con Antonio Conte in panchina, che l’Atalanta non partiva così male in campionato.

Un record negativo decennale, questi sei punti in otto giornate, che ha bruscamente risvegliato Bergamo e il popolo atalantino dopo due anni di vento in poppa e una media del 70 per cento di risultati positivi sotto la gestione Gasperini. Che alla vigilia della gara poi persa contro il Cagliari, il 2 settembre, sperava di festeggiare la sua 50esima vittoria su 100 panchine nerazzurre.

Cinquantesima vittoria per ora rimandata, si spera al prossimo 21 ottobre al Bentegodi contro il disastrato Chievo, per Gasperini che nel frattempo è salito a quota 106 panchine con la Dea con un bilancio di 49 vittorie, 30 pareggi e 27 sconfitte.

A Verona dunque Gasperini proverà a far cifra tonda, cinquanta, riportando l’Atalanta a quella vittoria che manca dal 20 agosto, ovvero due mesi tondi tondi. Una vittoria necessaria, quasi obbligatoria, eppure non scontata. Perché di fronte ci sarà un Chievo diverso.

I clivensi, dopo un avvio disastroso da due pareggi e sei sconfitte, con una classifica dal saldo negativo, meno uno, per via della penalizzazione di tre punti, ed un rendimento da caduta libera verso la B, per invertire la rotta hanno esonerato il giovane tecnico D’Anna, protagonista a maggio di una rocambolesca salvezza nella volata con il Crotone, per chiamare al capezzale gialloblù l’ex ct azzurro Giampiero Ventura. Che a 70 anni, dopo la disfatta in nazionale, tenta di aggrapparsi all’ultimo treno per chiudere la carriera con un’impresa sulla carta quasi impossibile, quale la salvezza di questo Chievo, per sbiadire l’indelebile macchia della mancata qualificazione ai Mondiali.

Ventura in carriera ha ottenuto salvezze insperate a Lecce, Cagliari e Bari, ha portato il Torino dalla B agli ottavi di finale di Europa League, per cui dovrebbe restituire vitalità e grinta ad un Chievo che ha giocatori di esperienza e mestiere, pur senza grande talento. Per cui un cliente scomodo da affrontare, anche perché il Chievo potrà lavorare in queste due settimane con quasi tutta la rosa a disposizione, mentre Gasperini avrà solo 8 giocatori fino a mercoledì. Un problema non da poco. Ma per l’Atalanta la vittoria ormai è una necessità.

Fabrizio Carcano

Basket, Bergamo vince la prima a Scafati

Bergamo BasketBERGAMO -- Inizia col botto la stagione di Bergamo. Gli uomini di coach Dell’Agnello sbancano ...