iscrizionenewslettergif
Salute

Il cervello va in tilt davanti a 15 opzioni

Di Redazione8 ottobre 2018 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il cervello va in tilt davanti a 15 opzioni
Cervello e memoria

Il cervello umano farebbe fatica ad elaborare più di 15 opzioni, per sovraccarico di scelta. E’ quanto descritto in uno studio circa 20 anni fa e ora viene approfondito con una nuova ricerca del California Institute of Technology, pubblicata su Nature Human Behaviour.

Secondo gli studiosi, il nostro cervello è pigro, fa fatica a impegnarsi. Il sistema decisionale si basa sull’ottenere un vantaggio con il minimo sforzo e una gamma di opzioni che va da 8 a 15 é quella ideale.

Per la ricerca, a 19 volontari sono state presentate immagini di paesaggi panoramici tra cui scegliere per stamparle, ad esempio, su una tazza da caffè. A ciascuno è stata offerta una varietà di immagini(6, 12 o 24) e mentre prendeva una decisione una macchina per la risonanza magnetica funzionale registrava l’attività nel cervello.

Le scansioni hanno rivelato un’attività in particolare in due regioni: la corteccia cingolata anteriore, dove vengono valutati i potenziali costi e benefici delle decisioni e lo striato, una parte del cervello responsabile della determinazione del valore. Questa attività era maggiore in coloro che avevano 12 opzioni tra cui scegliere, e minore in chi ne aveva a disposizione 6 o 24. Le persone che avevano meno scelta o ne avevano troppa hanno trovato più difficile decidere.

Troppe opzioni secondo gli studiosi lasciano il cervello con troppo lavoro per far sì che la ricompensa valga altrettanto, mentre se non sono abbastanza rendono meno probabile che la ricompensa sia altrettanto valida. In sostanza, ci vuole un punto di equilibrio: 12 non però è un ‘numero’ magico, va bene tutto ciò che ci si avvicina.

Funghi, vademecum per evitare rischi

Funghi invitanti ma velenosiIl periodo tra settembre e ottobre è quello d'oro per i funghi. Nei boschi italiani ...