iscrizionenewslettergif
Politica

Bando periferie: soldi a tutti i Comuni. La Lega esulta

Di Redazione10 agosto 2018 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Bando periferie: soldi a tutti i Comuni. La Lega esulta
Giovanni Malanchini

BERGAMO — “Dopo anni di buio assoluto, durante i quali i Comuni sono stati bistrattati, finalmente si riesce ad intravedere la luce”. Lo sostiene il responsabile degli enti locali della Lega Lombarda Giovanni Malanchini.

L’argomento è quello oggetti di polemiche da parte dei sindaci delle grandi città. Ovvero il blocco del Bando periferie ad opera di un emendamento al decreto Milleproroghe approvato in Senato.

“La Lega al governo sta dimostrando di essere vicina ai sindaci, mettendo in campo interventi concreti e dall’effetto immediato – sostiene Malanchini -. I fatti, ancora una volta, smentiscono il presidente Anci Antonio Decaro visto che nel 2019 lo sblocco dei fondi destinati alle periferie sarà effettivo”.

“Così come spiegato dal viceministro all’economia Massimo Garavaglia, le risorse per gli interventi di riqualificazione urbana avviati dalle città ai sensi del Bando periferie arriveranno lo stesso ai Comuni che hanno già fatto le gare e avviato i progetti. Chi invece non è ancora pronto e avrà bisogno di tempo fino al 2020 non sarà pregiudicato”.

“Dal 1° gennaio gli enti saranno liberi di utilizzare gli avanzi di amministrazione e il governo darà seguito alle sentenze della Consulta impegnando 900 milioni di euro. Questo – commenta Malanchini – testimonia che finalmente la rotta è stata invertita: si é passati da governi che pensavano alle poche decine di sindaci amici, a un Governo che ha a cuore la sorte di tutti gli 8000 comuni italiani, soprattutto quelli piccoli, dove tanti sindaci eroici hanno finora resistito alle avverse azioni del PD e compagni”.

Sondaggi: il Pd crolla al 15 per cento

Maurizio MartinaROMA -- E' un Pd in grossa difficoltà anche e soprattuto nel gradimento dell'elettorato quello ...