iscrizionenewslettergif
Sport

Virtus Bergamo, riparte la stagione

Di Redazione30 Luglio 2018 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Virtus Bergamo, riparte la stagione
Virtus Bergamo

BERGAMO — Ripartiti ufficialmente, buon viaggio ragazzi è ora di lavorare per centrare nuovi grandi traguardi. Non mancava nessuno al via ufficiale della Prima squadra Virtus Bergamo 1909 al Carillo Pesenti Pigna, presentata davanti a tutta la dirigenza bianconera e alla stampa bergamasca presente.

In mezzo al campo e davanti agli spettatori presenti hanno preso parola i dirigenti Virtus Bergamo 1909 nel salutare tutti i ragazzi della squadra diretta dal nuovo tecnico Andrea Bruniera. Il prossimo impegno per la Virtus Bergamo 1909 sarà mercoledì 1 agosto a Rovetta alle 15 contro la Primavera bergamasca.

“Un ringraziamento particolare ai giocatori che non fanno più parte della rosa dello scorso anno che ci hanno regalato grandi emozioni -sono le parole del vicepresidente e presidente del settore giovanile Alberto Ghisleni-. Abbiamo un allenatore che con lo spirito del settore giovanile insegna calcio. La prima squadra è l’espressione del settore giovanile, spero fra qualche anno di avere i nostri giovani punti di forza tra i più grandi. C’è sempre una forte emozione quando si ricomincia, soprattutto pensando a tutte quelle passate dello scorso anno. Sono fiero dei giocatori più esperti di questa squadra, grazie per l’entusiasmo che mi fate provare e soprattutto perché nei miei ragazzi del settore giovanile rivedo l’approccio che sono proprio i giocatori più adulti ad insegnare loro. Sogno di avere una squadra interamente fatta in casa partendo dai nostri ragazzi del settore giovanile: con il tempo speriamo che i “vecchi” di oggi facciano crescere i più giovani come loro, per far sì che un giorno insegnino anche loro calcio ai più piccoli”.

“Ci proveremo ancora -ha affermato il dt Pasquale Lascala-. La squadra è stata confermata all’85% sia nella parte dei più esperti che dei giovani. Vogliamo crescere ancora come squadra e con i giovani, se arriva qualche risultato importante non ci tireremo sicuramente indietro. Il primo obiettivo è sempre quello di mantenere la categoria e fare crescere i giovani. Tenere Monni è un segnale, una volta capito che poteva restare, la società si è mossa in modo determinato, facendogli comprendere che il progetto era importante, che il gruppo storico è rimasto, che qua può ancora migliorarsi. Se dovesse succedere qualcosa siamo sempre pronti ad intervenire sul mercato: l’ importante è che il mister abbia già la rosa completa e il gruppo consolidato”.

“Quando ho avuto la sensazione che Armando Madonna sarebbe andato all’Inter -ha affermato il neo tecnico Andrea Bruniera-, c’era la speranza di proseguire il lavoro iniziato, in un ambiente ideale dove conosco tutti e si può fare ancora bene. Partiamo con una squadra già collaudata, c’è solo da proseguire il lavoro interrotto a maggio, i cambiamenti si vedranno strada facendo. La squadra ha fatto un’ottima annata, sarebbe da sciocchi stravolgere quello che già è stato fatto. Giocheremo con un 4-3-3 un po’ modificato, partiremo così per dare continuità a quanto fatto. Mi è stato chiesto appunto di proseguire sul percorso tracciato, inserire più giovani possibili, partire senza troppi proclami: la salvezza è un obiettivo che ci poniamo anche noi, punto a dare il meglio di me stesso, è inopportuno dire adesso dove potremo arrivare”.

Ungheria, vince Hamilton: poi le due Ferrari

Una fase della garaBUDAPEST, Ungheria -- Lewis Mercedes, su Mercedes, ha vinto il Gran premio d'Ungheria, dodicesima prova ...

Atalanta, ecco la probabile formazione per Sarajevo

Gian Piero GasperiniBERGAMO -- Si avvicina Sarajevo-Atalanta, partita determinante per i nerazzurri per proseguire nel cammino dell'Europa ...