iscrizionenewslettergif
Bergamo

Water Alliance: forniture di energia pulita da Edison

Di Redazione11 luglio 2018 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Water Alliance: forniture di energia pulita da Edison
Water Alliance

BERGAMO — Le 14 aziende pubbliche di Water Alliance Acque di Lombardia e Acque del Piemonte assegnano la gara per la fornitura di energia green a Edison Energia, società del Gruppo Edison attiva nella vendita di energia elettrica e gas naturale.

Il valore complessivo del contratto è stato aggiudicato per un importo pari a 109.108.489 euro per la fornitura di energia elettrica da sole fonti rinnovabili che andrà a soddisfare un fabbisogno di 688.545 MWh.  

Grazie ai volumi messi a gara, frutto dell’aggregazione dei due network di aziende Water Alliance, i rialzi di mercato del 2018 sono stati contenuti, consentendo un ribasso del 2%, che ammonta a 733.328 euro, rispetto all’importo a base di gara.

L’importo complessivo, suddiviso in due lotti – lotto 1 da 47,044 mln € (bassa tensione), lotto 2 da 62,797 mln € (media e alta tensione) – è stata assegnato a Edison Energia, a seguito di asta elettronica.

L’obiettivo è soddisfare in ottica green il fabbisogno delle imprese coinvolte e ridurre al tempo stesso l’impatto ambientale, con un evidente saving in termini economici e conseguentemente ricadute positive sulle bollette: l’energia elettrica incide infatti per il 25% sui costi complessivi di gestione del servizio idrico che si traduce in circa 12 euro all’anno per ogni utente servito.

“La sostenibilità dell’ecosistema nel quale viviamo dipende soprattutto da noi – spiega il presidente di Uniacque Paolo Franco –. Il numero delle aziende che opta per un operatore verde per i propri bisogni energetici è in continuo e costante aumento per almeno due validi motivi: una visione etico-imprenditoriale della mission e come strategia di business. La sostenibilità ambientale e la responsabilità sociale d’impresa nonostante la crisi, stanno diventando sempre più una leva per qualificare il livello dei servizi offerti e migliorare le opportunità di crescita delle aziende. Ecco perché Uniacque – sottolinea Paolo Franco – è stata tra le promotrici più convinte di questo bando di energia rinnovabile e pulita. L’imprenditoria pubblica – e in questo caso le aziende di Water Alliance non hanno nulla da invidiare alle consorelle private in fatto di efficacia efficienza ed economicità – entra a pieno diritto nella green economy facendosi promotrice di un modello di sviluppo in grado di coniugare la crescita economica con gli squilibri ambientali. Un percorso iniziato ormai da alcuni anni e con Uniacque Spa determinante nel spingere l’acceleratore verso un’economia sostenibile, innovativa e competitiva”.

L’energia servirà ad alimentare i depuratori, le stazioni di sollevamento acque reflue, gli impianti di sollevamento e trattamento acque potabili, fino agli impianti di protezione catodica e per le sedi e gli uffici delle 14 aziende.

Voli notturni: botta e risposta fra Gori e Sacbo

L'aeroporto di Bergamo Orio al SerioBERGAMO -- "Le avverse condizioni metereologiche e le agitazioni periodiche degli addetti al controllo del ...