iscrizionenewslettergif
Politica

Chiusura punto nascita di Piario: spunta l’alternativa

Di Redazione14 giugno 2018 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Chiusura punto nascita di Piario: spunta l’alternativa
Paolo Franco

BERGAMO — La notizia sulla possibile chiusura del punto nascita dell’ospedale di Piario, per via del numero dei parti inferiore alle 500 unità, accende il dibattito politico. Dopo il consigliere Jacopo Scandella del Partito Democratico, interviene sul tema anche il collega di Forza Italia Paolo Franco.

“La difesa del punto nascita di Piario è una questione assai delicata – spiega il consigliere azzurro -. A riguardo, infatti, vi sono esigenze contrastanti che vanno necessariamente sintetizzate in una posizione a difesa del territorio e della sicurezza dei cittadini che usufruiscono dei servizi offerti dal punto nascita”.

Da una parte, non si possono dimenticare le legittime istanze del territorio che in virtù della particolare posizione geografica chiede attenzione alle esigenze dei cittadini che lì vi risiedono. Dall’altra, tuttavia, a difesa di chi utilizza i servizi offerti dal punto nascita, non si possono dimenticare i requisiti minimi richiesti affinché una donna possa partorire in totale sicurezza. Fin dal primo giorno del mio insediamento in consiglio regionale ho voluto porre all’attenzione dell’assessore Gallera questa difficile situazione. Ritengo necessario arrivare a una sintesi quanto prima”.

“Per questo, qualora si dovesse necessariamente arrivare alla chiusura del punto nascita, condividerò con tutti i colleghi consiglieri regionali bergamaschi la necessità di mantenere nel comune di Piario una struttura che possa ospitare personale infermieristico, medico ed ostetrico che assista le donne durante la gravidanza”.

“L’assessore Gallera ha già assicurato che il punto nascita non chiuderà prima dell’ampliamento degli ambulatori e dell’assunzione e formazione delle ‘ostetriche del territorio’, figura innovativa pensata proprio per non lasciare sole le gestanti, ma per accompagnarle lungo tutto il percorso della gravidanza e post parto. In altre realtà, come San Giovanni Bianco, questa attenzione non v’è stata ed i territori si sono sentiti giustamente dimenticati. A Piario questo non deve accadere. I cittadini di quel territorio non si devono sentire abbandonati. A loro assicuro il massimo impegno personale e di Regione Lombardia” conclude Franco.

Scontro con la Francia sui migranti: Conte va a Parigi

Emmanuel Macron e Giuseppe ConteROMA -- La tensione diplomatica degli ultimi due giorni tra Italia e Francia sulla gestione ...

Prodi: intollerabili le parole di Macron

Romano ProdiROMA -- "Giusto e condiviso sdegno per le dichiarazioni francesi". Lo ha detto l'ex premier, ...