iscrizionenewslettergif
Politica

Avanza il centrodestra leghista. M5s perde voti

Di Redazione11 Giugno 2018 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Avanza il centrodestra leghista. M5s perde voti
Le elezioni comunali

ROMA — Avanza il centrodestra a trazione leghista, perde voti il Movimento 5 stelle. Il Pd tiene a Brescia.

Sono questi, in estrema sintesi, i dati più importanti emersi dalle ultime elezioni comunali che si sono tenute ieri in Italia.

Alle urne sono stati chiamati 761 Comuni, tra i quali 20 capoluoghi di provincia. L’affluenza è stata del 61,19 per cento, il dato non comprende però i comuni siciliani. L’eventuale turno di ballottaggio è previsto domenica 24 giugno.

A Brescia il centrosinistra con il sindaco uscente Emilio Delbono è vicino alla riconferma, mentre il centrodestra è a un passo dalla vittoria a Treviso e Vicenza dove a spoglio ancora in corso sono sopra al 50% delle preferenze, rispettivamente, Mario Conte e Francesco Rucco.

Anche a Barletta, dove sono state scrutinate però solo 30 sezioni su 100, è oltre il 50% il candidato di centrodestra Cosimo Damiano Cannito.

A Catania è ormai certa la sconfitta del sindaco uscente di centrosinistra Enzo Bianco e la vittoria dello sfidante di centrodestra Salvatore Domenico Pogliese. Avellino, Terni e Ragusa sono le città in cui, a spoglio ancora in corso, si profila il Movimento 5 Stelle al ballottaggio.

Il centrodestra è avanti anche a Sondrio, Teramo e Viterbo. A Imperia è in vantaggio l’ex ministro Claudio Scajola, sostenuto da una serie di liste civiche, che dovrà vedersela al ballottaggio con Luca Lanteri, candidato del centrodestra.

In Toscana il centrosinistra è avanti a Siena e a Massa. A Pisa è invece testa a testa con il centrodestra. Va meglio ad Ancona, unico capoluogo di regione in cui si è votato, dove è in netto vantaggio.

A Ivrea sarà ballottaggio. Maurizio Perinetti sostenuto da Pd, Moderati, Ivrea + bella, Sinistra-Libera sinistra per Ivrea ha ottenuto il 35,79% dei consensi mentre Stefano Sertoli appoggiato da Lega, Insieme per Ivrea, Forza Italia-Civica e Cambiamo insieme ha conquistato il 30,74% dei voti. Solo quarto, invece, il candidato sindaco di M5S, Massimo Fresc con il 13,54% dei voti.

A Messina c’è finora una sola certezza: che al ballottaggio andrà il candidato del centrodestra, Dino Bramanti, che ha ottenuto finora il 25,9% dei voti, mentre è ancora incerta la sorte dello sfidante. Sono 115 le sezioni scrutinate su 254 ma le operazioni vanno al rilento. A contendersi la sfida sono Cateno De Luca (19,9%), il deputato regionale siciliano arrestato subito dopo l’elezione e poi scarcerato, e il candidato del centrosinistra Antonino Saitta (19,2%), ex prorettore dell’università di Messina. Il sindaco uscente Renato Accorinti è arrivato quarto con il 16 per cento.

Si profila un vero e proprio plebiscito per il neo sindaco di Trapani, Giacomo Tranchida, esponente del centrosinistra che si è presentato con una lista civica. Tranchida ha ottenuto, fino a questo momento, con 56 sezioni su 70 scrutinate, il 70,73 per cento dei voti, con oltre 17 mila preferenze. Staccato, quindi, Vito Galluffo del centrodestra, fermo al 13,35 per cento e Giuseppe Mazzonello del M5S fermo all’11,8 per cento.

Sconfitta del Movimento 5 stelle a Roma dove si votava in due municipi

Migranti, Salvini alla prova dei fatti

La nave AquariusROMA -- "Da oggi anche l'Italia comincia a dire no al traffico di esseri umani, ...

Elezioni comunali, Salvini: risultati straordinari

Matteo SalviniROMA -- "Quelli delle elezioni comunali "sono dati straordinari, abbiamo aumentato il numero dei sindaci, ...