iscrizionenewslettergif
Salute

Nuova proteina per curare l’ipertensione

Di Redazione4 giugno 2018 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Nuova proteina per curare l’ipertensione
Prova della pressione, il primo indicatore di ipertensione arteriosa

Una nuova proteina scoperta dai ricercatori potrebbe controllare la pressione del sangue. E’ quanto emerge da una ricerca della National University of Singapore.

Il lavoro è stato pubblicato sulla rivista scientifica Circulation. La galectina-1, una proteina del corpo, influenza la funzione di un’altra proteina di tipo-L del canale di calcio che normalmente agisce per contrarre i vasi sanguigni.

Riducendo l’attività di questi canali, la galectina-1 porta all’abbassamento della pressione del sangue. I pazienti con ipertensione di stadio 1 hanno la raccomandazione di cambiare lo stile di vita per ridurre il rischio di soffrire di altre malattie cardiovascolari.

Quelli con ipertensione di stadio 2 o superiore, invece, devono assumere farmaci antipertensivi per controllare la pressione sanguigna. I farmaci che bloccano i canali di calcio sono tradizionalmente usati per abbassarla, ma il loro uso è associato a un rischio maggiore di insufficienza cardiaca nei pazienti ipertesi, in particolare per quelli con problemi cardiaci.

Pertanto, lo sviluppo di farmaci che potrebbero regolare l’attività del canale del calcio di tipo L può aprire, secondo gli studiosi, una nuova frontiera per le terapie anti-ipertensive.

Il buonumore mantiene giovane il cervello

BuonumoreL'indole positiva e il buonumore potrebbero avere effetti 'anti-aging' sul cervello, rallentando la perdita delle ...