iscrizionenewslettergif
Sport

L’Albinoleffe pareggia a Padova

Di Redazione16 aprile 2018 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
L’Albinoleffe pareggia a Padova
L'Albinoleffe

BERGAMO — L’Albinoleffe di Massimiliano Alvini, dopo la bella vittoria nel derby di settimana scorsa con la FeralpiSalò, pareggia per 1-1 a Padova contro la capolista del girone B di Serie C.

L’inizio è equilibrato con le due compagini che durante i primi dieci minuti di gioco si studiano a vicenda, faticando a creare occasioni nitide. Ci prova l’ex Belingheri al 12’ ma la sua conclusione è deviata in maniera provvidenziale da un difensore bluceleste.

La replica è affidata ad una “botta” dai venticinque metri di Di Ceglie che sfiora il montante della porta difesa da Bindi. Lo stesso numero uno biancoscudato un giro di lancette più tardi manda in angolo un tiro-cross di Giorgione con qualche affanno. Al 30’ un retropassaggio maldestro di Zaffagnini per poco non si trasforma nel più clamoroso degli autogol, la palla però sfiora il palo e termina a lato.

Il primo sussulto della ripresa è una rovesciata di Gelli sugli sviluppi di uno schema da calcio piazzato, il portiere patavino però è attento e blocca. Al 12′ l’equilibrio si spezza: Colombi recupera caparbiamente un pallone destinato a perdersi sul fondo e crossa per Giorgione, che di testa insacca sul palo più lontano. Una dozzina di minuti più tardi gli ospiti vanno vicini anche al raddoppio, con un bel pallone di Gelli su cui Colombi non arriva per una manciata di centimetri.

Al 27′ una fiammata improvvisa del Padova porta al pareggio di Guidone, abile a controllare la sfera a centro area e a piazzarla dove Coser non può arrivare. Trecento secondi più tardi Mandorlini prova la sciabolata mancina, senza fortuna. Pregevole giocata di Gelli al 39′, ma la sua conclusione è imprecisa.

In pieno recupero Coppola serve Ravasio che colpisce di testa senza riuscire però ad indirizzare la sfera. Ci vuole un gran Coser per spegnere le speranze di vittoria dei padroni di casa. Il portiere nativo di Gazzaniga infatti con un gran colpo di reni devia sopra la traversa una splendida “staffilata” dalla distanza di Candido.

Arriva quindi un pareggio, probabilmente il risultato più giusto per quanto visto in campo, che permette di raggiungere quota 40 in classifica e di rimanere a contatto con la zona play-off.

Bergamo Basket vince anche a Ravenna

Una fase della partitaBERGAMO -- Sesta vittoria consecutiva per Bergamo Basket. La formazione bergamasca di coach Sacco non ...