iscrizionenewslettergif
Bergamo

A Bergamo il premio Italia a tavola

Di Redazione5 Aprile 2018 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
A Bergamo il premio Italia a tavola
Il ristorante Ezio Gritti (foto Pedrali)

BERGAMO — Tre realtà dell’eccellenza enogastronomica e della ristorazione bergamasca saranno partner del “Premio Italia a Tavola”, riconoscimento più importante per il mondo dell’ospitalità italiana che per il primo anno arriva a Bergamo, il 7 e l’8 aprile prossimi.

Il premio, ideato dalla omonima testata, si prefigge di valorizzare tutti i volti dell’accoglienza accendendo i riflettori su uno dei comparti di punta del made in Italy nel mondo: è a tutti gli effetti il premio più importante per il mondo dell’ospitalità italiana, con un’attenzione di pubblico che negli anni è aumentata in maniera esponenziale.

Si tratta di un evento che riconosce alla nostra città l’incontro perfetto tra accoglienza, innovazione, cultura ed eccellenze enogastronomiche.

Luca Nicoli

Luca Nicoli

“I Love Ostrica”, per esempio, realtà nata dall’intuizione dell’imprenditore bergamasco Luca Nicoli, profondo conoscitore del mondo delle ostriche, oggi a tutti gli effetti tra i principali esperti al mondo di questa prelibatezza. Due le degustazioni previste: la prima venerdì 6 al Ristorante Collina, con la straordinaria partecipazione di Enrico Derflingher, tra i più grandi chef italiani al mondo; la seconda, in occasione della cena di sabato 7 presso il ristorante Da Vittorio, casa dei tristellati fratelli Cerea.

Ezio Gritti (Foto Quaranta)

Ezio Gritti (Foto Quaranta)

Sempre sabato sarà il ristorante Ezio Gritti, affacciato sulla porta principale di Bergamo, Porta Nuova, e sul Teatro Donizetti, guidato dal cuoco Ezio Gritti, a ospitare il light lunch delle 13.30. Nel curriculum di Gritti ci sono una Stella Michelin (Osteria di via Solata, in Città Alta), un ristorante a Bali (il “Solata Restaurant”), e l’omonimo ristorante del centro di Bergamo. Durante il Premio, utilizzerà le migliori materie prime del territorio bergamasco per un menù ideato ad hoc.

Il ristorante Taste

Il ristorante Taste

Infine il ristorante didattico Taste, in cui ogni giorno gli studenti dell’istituto alberghiero iSchool di Bergamo si confrontano con i commensali, sarà uno dei casi di studio al centro del convegno di sabato 7, dedicato all’innovazione nella formazione nel settore HoReCa. A raccontare l’innovativo concept di Taste sarà Valentina Fibbi, titolare di iSchool, che interverrà alla tavola rotonda “Più formazione per ristoranti e hotel. Da un nuovo alberghiero alla laurea accoglienza”, in programma al mattino nella sala Mosaico (ex Borsa Merci) a Bergamo.

Bergamo, malore in via Tasso: salvato dai passanti

AmbulanzaBERGAMO -- Deve ringraziare il tempestivo intervento di alcuni passanti, l'uomo che il lunedì di ...

Bergamo, sgominata la banda del “finto avvocato”

La polizia indaga sull'episodio avvenuto a NapoliBERGAMO -- Sono entrati in azione anche a Bergamo, ma alla fine di una serie ...