iscrizionenewslettergif
Bergamo

Bergamo, una banca biologica in ospedale (foto)

Di Redazione20 marzo 2018 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Conservati tessuti e cellule a scopo terapeutico e di ricerca al Papa Giovanni

Bergamo, una banca biologica in ospedale (foto)
I contenitori di campioni biologici

BERGAMO — Dieci contenitori con circuito di azoto liquido per la crioconservazione di cellule e tessuti. E’ questa l’ultima dotazione tecnologica, in ordine di arrivo, che ha permesso di completare l’allestimento di una banca biologica all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo.

I campioni biologici che sono qui custoditi, in locali ad accesso controllato, sono resi disponibili ai ricercatori per studi clinici, diagnostici e di ricerca per diverse patologie. La nuova dotazione tecnologica è stata donata da Siad, presente stamattina all’inaugurazione ufficiale con i vertici del Papa Giovanni XXIII, i referenti delle strutture regionali e nazionali e gli specialisti delle tecniche di criopreservazione.

La biobanca è una sorta di grande archivio o deposito in cui, grazie a sofisticate attrezzature, vengono raccolti, catalogati e conservati campioni biologici umani provenienti sia da soggetti sani sia da pazienti affetti da malattia. Si tratta di tessuti, liquidi biologici (sangue, saliva, urine, cellule) e acidi nucleici (Dna e Rna). Nel 2017 sono stati 79.000 i campioni affidati dai ricercatori del Papa Giovanni alla biobanca per la crioconservazione.

I contenitori di campioni biologici

I contenitori di campioni biologici

Al suo arrivo, il singolo campione biologico viene frazionato o, in gergo tecnico, suddiviso in più ‘aliquote’. Attualmente sono conservate in Biobanca circa 135.000 aliquote di campioni biologici. Il saldo per l’anno 2017 è dunque positivo, se si considerano le 70.500 aliquote uscite a fini di ricerca.

La niobanca custodisce anche tessuti umani a scopo di trapianto. Su 307 tessuti transitati nei suoi locali nell’anno 2017, circa due terzi (199) sono stati prelevati nelle sale chirurgiche dell’ospedale.

L'inaugurazione della biobanca

L’inaugurazione della biobanca

Le biobanche custodiscono i segreti del corpo umano. Si tratta di una vera e propria “miniera di informazioni” per i ricercatori e per la comunità scientifica, che all’occorrenza li utilizzano per sviluppare studi di medicina di sempre maggiore precisione. Il tutto nel pieno rispetto della Legge, che prevede il consenso informato da parte del soggetto donatore, al quale si garantisce l’anonimato.

Mercoledì sciopero dei treni: ecco le fasce garantite

Un treno di TrenordBERGAMO -- Sarà un mercoledì difficile per i pendolari lombardi. Dalle 9 alle 17 del ...

Domina Domna: a Bergamo il festival della cultura femminile

Nadia GhisalbertiBERGAMO -- Appuntamento da non perdere dal 4 all'8 aprile. Bergamo ospita "Domina Domna", il ...