iscrizionenewslettergif
Mamme e Bimbi

Smartphone e social: adolescenti a rischio

Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Smartphone e social: adolescenti a rischio
Ragazzi con gli smartphone

Smartphone, social, videogame: è il fuoco incrociato di tecnologie, minaccia la salute degli adolescenti. E’ l’allarme lanciato da Claudio Mencacci (direttore del dipartimento di neuroscienze dell’ospedale Sacco di Milano) e dallo psichiatra Gianni Migliarese.

I due esperi sostengono che l’iper utilizzo di smartphone, social e videogames ruba preziose ore di sonno ai ragazzini, mettendo a repentaglio lo sviluppo stesso del loro cervello. Inoltre li mette a rischio di impulsività e può favorire l’insorgere di disturbi psichici nel caso vi sia una predisposizione latente del giovane.

Secondo le ricerche, gli adolescenti alle prese con smartphone e tablet tendono a dormire meno di 6 ore almeno il 10 delle notti. A 18 anni il 75% dei ragazzi dorme meno di 8 ore e solo il 3% dorme più di 9 ore, spiega Mencacci.

La deprivazione di sonno, specie se cronica, può produrre conseguenze a lungo termine in termini di formazione dei circuiti cerebrali.

Un adolescente su dieci è globalmente insoddisfatto della propria vita; il pericolo è che le fragilità tipiche di questo delicato periodo di vita sfocino in veri e propri disturbi psichici. E’ quanto emerge dal libro dei due esperti: “Quando tutto cambia. La salute psichica in adolescenza”.

“In Italia abbiamo oggi circa 8 milioni e 200 mila giovani tra i 12 e i 25 anni. Di questi – spiega Mencacci – circa il 10% (dati ISTAT) si dichiara globalmente insoddisfatti della loro vita, delle loro relazioni amicali, familiari e della loro salute. I dati epidemiologici nazionali e internazionali riscontrano tassi simili di ragazzi con manifestazioni depressive o sintomi d’ansia”.

Il cervello del bebé si sincronizza con la mamma

Mamma e bimboI cervelli di genitori e bebè si sincronizzano quando loro lo guardano negli occhi. La ...

Diventa mamma a 56 anni (senza fecondazione assistita)

MammaUna donna ha dato alla luce una bambina all'età di 56 anni, con parto naturale ...