iscrizionenewslettergif
Economia

Adusbef: le tredicesime? Mangiate dalle tasse

Di Redazione6 dicembre 2017 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Alle netto di tributi e aumenti, nelle tasche dei lavoratori resterà il 15 per cento

Adusbef: le tredicesime? Mangiate dalle tasse
Soldi

BERGAMO — Le tredicesime in arrivo, peraltro non per tutti, saranno in gran parte mangiate dalle tasse. Lo sostiene, dati alla mano, il presidente di Adusbef Lino Iannutti. 

 Dopo il salasso fiscale del 30 novembre pari a 54 mld di euro tra affitti, Irpef, Inps, Irap e contributi vari con ben 74 versamenti d’imposta, tra qualche giorno saranno pagate le agognate  tredicesime. 

Quest’anno dovrebbero ammontare a 35,6 miliardi di euro.  Solo che “alcune imprese hanno già dichiarato di non riuscire a pagare le tredicesime, a causa delle difficoltà di accesso al credito e dell’eccessiva concentrazione degli adempimenti fiscali tra novembre e dicembre, indicata dal 73% delle imprese che sono costrette a non pagare (erano il 70% nel 2016); mentre il 27% delle imprese, denuncia la mancata concessione da parte delle banche del prestito necessario a coprire l’esigenza di maggiore liquidità” scrive Iannutti. 

Per quelli che la riceveranno però non saranno rose e fiori. Gli aumenti in corso dall’inizio dell’anno in realtà faranno scempio della gratificazione natalizia. “Tariffe autostradali, benzina, bolli, accise, Tari; tariffe idriche, elettriche e del gas; ed un’altra serie infinita di ordinari balzelli che sfiancano le famiglie e mangiando i redditi, con le consuete scadenze fiscali, quali tasse,  bolli,  rate e canoni, che durante il mese di dicembre i contribuenti sono chiamati a versare, in particolare Tasi ed  Imu seconda casa, da saldare entro il 16 dicembre. Con il risultato di ridurre dell’84,8% l’agognata tredicesima”, continua il presidente di Adusbef. 

Nel rincorrersi dei pagamenti da effettuare entro il 31 dicembre, dei 35,6 miliardi di tredicesime che verranno pagate quest’anno, nelle tasche di lavoratori e pensionati resterà solo il 15,2 per cento: ovvero 5,4 miliardi di euro.

Telefoni e tv: cambia la bolletta

SmartphoneROMA -- Dodici mesi di fatturazione al posto dei tredici. Dopo l'Agcom, anche la politica ...

Retribuzioni: a Milano si guadagna 4700 euro in più di Bergamo

soldi, spending reviewBERGAMO -- La provincia di Bergamo si trova al 22esimo posto in Italia per le ...