iscrizionenewslettergif
Mamme e Bimbi

La musica rafforza il cervello dei bambini

Di Redazione20 Novembre 2017 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La musica rafforza il cervello dei bambini
Un bimbo suona

La musica fa un gran bene allo sviluppo del cervello dei bambini. La conferma arriva da una ricerca della University of Southern California.

Secondo i ricercatori, suonare uno strumento musicale è un ottimo allenamento per il cervello. Si rafforzano alcune aree e le reti cerebrali responsabili del processo decisionale, della capacità di concentrazione e dell’inibizione degli impulsi. Per avere dei benefici bastano due anni.

Lo studio è stato pubblicato su Cerebral Cortex. Inizialmente, i ricercatori avevano mostrato che la formazione musicale accelera la maturazione nelle aree del cervello responsabili dell’elaborazione del suono, dello sviluppo linguistico, della percezione del linguaggio e delle capacità di lettura.

Per il nuovo studio sono stati monitorati 20 bambini, che hanno iniziato a suonare tramite l’Orchestra filarmonica giovanile di Los Angeles a 6 o 7 anni. I ragazzi sono stati confrontati con altri due gruppi di coetanei: 19 giovani che erano inseriti in alcune attività sportive e 21 che non facevano parte di specifici programmi extra-scolastici.

I risultati di alcuni esami ad hoc hanno evidenziato nei musicisti cambiamenti nello spessore e nel volume delle regioni del cervello impegnate nell’elaborazione del suono. Queste regioni, chiamate “zone di associazione uditiva”, si trovano appena sopra le orecchie.

Oltre a questo, una robustezza maggiore della materia bianca, segno di connettività più forte, nel corpo calloso, un’area che consente la comunicazione tra i due emisferi del cervello.

Bimbi, un test per scoprire cardiopatie congenite

Un test per scoprire cardiopatie congeniteUn semplice test, non invasivo, alla nascita potrebbe prevenire il 50 per cento delle cardiopatie ...

Bimbi, niente tablet e smartphone la sera

Una bimba col tabletLa luce di tablet e smartphone fa particolarmente male agli occhi di bimbi e adolescenti ...