iscrizionenewslettergif
Bassa

Bergamo, richiedente asilo violenta ragazza di 26 anni

Di Redazione20 Settembre 2017 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

E' accaduto questa mattina a Fontanella, nella Bassa Bergamasca. Preso 20enne della Sierra Leone

Bergamo, richiedente asilo violenta ragazza di 26 anni
I carabinieri sul posto

FONTANELLA — Nuovo caso di violenza sessuale da parte di un immigrato ai danni di una ragazza italiana. Stavolta è accaduto a Fontanella, in provincia di Bergamo.

La ragazza, 26 anni, è operatrice in una struttura d’accoglienza. E’ stata aggredita da un ventenne della Sierra Leone, richiedente asilo.

L’aggressione è avvenuta stamattina in un cascinale, la Fenatica, ristrutturato e gestito da una cooperativa nella Bassa Bergamasca. Secondo la prima ricostruzione dei fatti, l’immigrato avrebbe chiuso la poveretta nel bagno della struttura e poi l’avrebbe picchiata e violentata. Sul grado della violenza sono in corso gli accertamenti medici che per ora parlano di una prognosi di 30 giorni.

La ragazza ha urlato e altri due immigrati sono intervenuti per liberarla. Nel frattempo l’aggressore se l’è data a gambe nei campi, finendo poi catturato dai carabinieri.

Il procuratore di Bergamo Walter Mapelli ha parlato di un “fatto tragico”. Il capo d’accusa è violenza sessuale.

La giovane è stata trasferita all’ospedale di Treviglio. Sul posto i carabinieri di Treviglio, un reparto operativo per i rilievi scientifici e agenti della polizia locale.

Omicidio di Palosco: catturati i presunti responsabili

I carabinieri in azionePALOSCO -- Sono stati catturati i due indiani presunti responsabili dell'omicidio di un loro connazionale ...

Fontanella, l’aggressore nega: l’ho picchiata ma non abusi

I carabinieriBERGAMO -- Ha negato che ci sia stata violenza sessuale, il ventenne della Sierra Leone ...