iscrizionenewslettergif
bergamosvil1png
Cultura

Lab80, domenica proiezione al Teatro Tascabile

Di Redazione19 maggio 2017 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Lab80, domenica proiezione al Teatro Tascabile
Proiezione cinematografica

BERGAMO — Appuntamento domenica 21 Maggio presso la sede del Teatro Tascabile di Bergamo.

Proiettato per la prima volta nella sede dei Disabili Bergamaschi per l’evento organizzato da Cives Arcigay Bergamo, il book trailer de “Il mio amico gay” passa in rassegna ad Orlando Identità, Relazioni, Possibilità.

Come nel primo romanzo di Virginia Woolf da cui la rassegna prende nome, Lab80 continua a percorrere il tempo e lanciare uno sguardo sul mondo, mantenendo un orizzonte ampio su possibilità e libertà per tutte le persone. Si parlerà d’amore e delle conseguenze dell’amore con film in anteprima, spettacoli di teatro e danza, incontri di formazione, proposte laboratoriali e una nuova sezione dedicata all’arte visuale per aumentare esperienze e punti di vista.

Il cortometraggio de “Il mio amico gay “ è stato realizzato dai videomaker Maddalena Beretta e Paolo Novarese, due giovani appassionati di cinema che si sono lanciati nella sfida di raccontare l’amicizia tra Leandra e gli uomini / amici gay della sua vita.

L’intento che sta alla base della realizzazione di un book trailer consiste nella volontà di avvicinare i futuri lettori del romanzo attraverso immagini ed emozioni trasmesse dalla pellicola. Proprio come nel romanzo, il cortometraggio si snoda attraverso le vicende che compongono le cinque storie narrate, esaltandone i punti salienti e di maggiore impatto emotivo anche attraverso uno zoom sulle parole scritte nel libro. Leandra, seduta sulla poltrona di casa sua, mentre sorseggia una tazza di thè fumante in compagnia del suo amato Joe, rievoca i ricordi legati a Pedrinho, Jose, Pedro, Fabio, fino a rivivere l’ultima storia, quella più attuale, con il suo amico Chris.

Ed è la vera Leandra ad essersi prestata come attrice per narrare le sue emozioni anche attraverso la telecamera, con risultati sorprendenti.

Nel booktrailer de “Il mio amico gay” vengono riprese le emozioni attraverso gli occhi di chi le ha vissute, con tutte le vicende che hanno segnato, e tuttora hanno lasciato un solco indelebile, nel cuore e nella

Palazzo Podestà: mostra sulla stampa del Cinquecento

La mostra "E' la stampa, bellezza! Libri e tipografi nel Cinquecento, tra Venezia e Bergamo" ...

Massoneria e Grande guerra: a Bergamo il libro di Cuzzi

Marco CuzziIl ruolo della massoneria nella Prima guerra mondiale. E' questo l'argomento al centro del libro ...