iscrizionenewslettergif
bergamosvil1png
Cultura

Lab 80, a Bergamo “La teoria svedese dell’amore”

Di Redazione17 maggio 2017 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Lab 80, a Bergamo “La teoria svedese dell’amore”
La teoria svedese dell'amore

Nuovi appuntamenti con Lab 80. La rassegna cinematografica di film di qualità che si tiene all’auditorium di Bergamo prevede una pellicola decisamente particolare per la settimana entrante.

Martedì 23 e mercoledì 24 maggio alle 21, arriva il film “La teoria svedese dell’amore”, di Erik Gandini.

Si tratta una pellicola realizzata in Svezia nel 2015. Racconta la società svedese, organizzata per antonomasia, che garantisce ai suoi cittadini la realizzazione totale della propria indipendenza, grazie ad un sistema pianificato a tavolino dalla politica negli anni Settanta.

È così che si riducono al minimo contatti e interazioni: metà della popolazione vive sola, sempre più donne diventano madri single con l’inseminazione artificiale, il numero delle persone che muoiono in solitudine è in continuo aumento. Solitari donatori della banca del seme, aree residenziali deserte e morti dimenticati aprono interrogativi inquietanti sulla società più indipendente del mondo, in cui una delle poche attività condivise sembra essere quella della ricerca delle persone scomparse.

Perché una vita sicura e protetta può rivelarsi tanto insoddisfacente? Alcuni svedesi cercano di resistere: gruppi di giovani si ritirano a vivere nella foresta per vivere emozioni e contatto fisico; un medico di successo si trasferisce in Etiopia dove ritrova il senso della comunità nonostante le condizioni sanitarie disastrate. Il noto sociologo Zygmunt Bauman racconta perché una vita priva di problemi non è necessariamente una vita felice.

Biblofestival: spettacoli per famiglie e bambini in Bergamasca

Prende il via sabato 20 maggio da Curno la sedicesima edizione di Biblofestival “Dal libro ...

Palazzo Podestà: mostra sulla stampa del Cinquecento

La mostra "E' la stampa, bellezza! Libri e tipografi nel Cinquecento, tra Venezia e Bergamo" ...