iscrizionenewslettergif
specialcontent

Gardaland, i due hotel da fiaba visti da vicino (foto)

Di Redazione17 maggio 2017 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Reportage dai due alberghi a quattro stelle del parco divertimenti. Paradisi per i bambini ma non solo

Gardaland, i due hotel da fiaba visti da vicino (foto)
Il Gardaland hotel

Due hotel che sembrano usciti da una fiaba. Si chiamano Gardaland hotel e Adventure hotel e si trovano a Castelnuovo del Garda, in provincia di Verona. Sono la parte ricettiva del celebre parco divertimenti, aperta anche a chi voglia passare una vacanza sulle rive del lago.

Oltre a paradisi per i bambini, i due alberghi sono prima di tutto strutture a 4 stelle di alto livello. Edifici molto curati e puliti, servizi a misura di ospite, fontane, giardini ordinati e rigogliosi ma accessibili, molto verde e soprattutto tanta fantasia.

Il Gardaland hotel è composto da quattro palazzine in stile New England. E’ dotato di 220 camere, 27 stanze a tema che sono la quintessenza del mondo delle favole. Il secondo è l’Adventure hotel, terminato lo scorso anno, che mette a disposizione 100 camere tutte tematizzate in stile avventura.

I due alberghi sono praticamente contigui. Entrambi si trovano a pochi minuti di distanza dal parco divertimenti, al quale sono collegati attraverso bus navetta.

A dirigerli é Claudio Tammaro, originario di Napoli e con una lunga esperienza nelle strutture alberghiere di mezza Europa. “Ho cominciato a lavorare nel settore alberghiero nel 1983 – spiega -, prima in Campania, poi in Svizzera, Inghilterra, Napoli, Roma, Malta, Dublino, Milano. Infine ho accettato la direzione del progetto di Gardaland nel 2009”.

Il direttore degli hotel Claudio Tammaro

Il direttore degli hotel Claudio Tammaro

“Ciò che contraddistingue i due hotel è l’attenzione verso il cliente – continua il direttore -. Tutto è studiato nel minimo dettaglio per far vivere agli ospiti un’esperienza unica e indimenticabile. Chi viene da noi solitamente ritorna e diventa nostro cliente abituale”.

Impossibile definire un ospite tipo. La clientela è trasversale così come l’età e la provenienza. “Fino al 2011 i nostri clienti erano per l’80 per cento italiani. Poi, per effetto della crisi, il rapporto si è riequilibrato. Oggi il 54 per cento viene dal mercato nazionale, il 46 per cento da quello internazionale. In particolare da Svizzera, Austria, Germania, Francia. Il mercato russo ci sta dando soddisfazioni. Per quanto concerne l’Italia, i nostri clienti vengono soprattutto da Lombardia, Lazio, Veneto e Campania”.

Il periodo di punta delle prenotazioni è luglio e agosto. Nei due mesi centrali dell’estate, la percentuale di occupazione delle camere raggiunge il 100 per cento: ovvero tutto esaurito. A giugno si va dall’88 al 93 per cento, mentre a settembre dall’85 all’88 per cento. “Stiamo dando una forte spinta alle vendite leisure – spiega ancora Tammaro -. Quest’anno le prenotazioni stanno facendo numeri molto importanti, quasi da record”.

Fin dalla sua apertura, il Gardaland Hotel si è rivelato un successo. Il numero di visitatori è andato via via crescendo. L’albergo è dotato di camere classic, sobrie e ispirate allo stile vittoriano, con una qualità simile a quelle che potreste trovare in un quattro stelle in Liguria o Toscana (impagabili gli scorci sul giardino). E poi, per la gioia dei bambini, 27 camere a tema, declinate sulle attrazioni di Gardaland. Dalle stanze ispirate a Kung Fu Panda, Sea Life, Happy Circus, Covo dei pirati, Magic House e Oblivion, a quelle principesse, molto richieste da famiglie con bimbe.

La stanza delle principesse

La stanza delle principesse

Nel Gardaland hotel è presente il ristorante family gourmet Matka (“viaggio” in finlandese), aperto anche a chi non soggiorna in albergo. Offre una location esclusiva. Alla buona cucina (con ingredienti e vini di qualità) associa un ambiente elegante e raffinato. E’ accessibile anche alle famiglie con bambini. Il secondo ristorante si chiama “Wonder restaurant”. Qui spiccano la varietà di antipasti, la scelta di primi e secondi piatti ispirati sia alla tradizione locale che alla cucina internazionale, deliziosi dessert e frutta fresca. I clienti possono scegliere i piatti preferiti a buffet. Il ristorante si trova nel padiglione centrale dell’albergo. Le sale sono caratterizzate da ampie vetrate che si affacciano sul giardino.

Di diverso stile il terzo ristorante, che si trova invece nell’Adventure hotel. Si tratta del “Tutankhamon Restaurant”, ispirato a un tempio egiziano. I piatti sono sempre molto curati, serviti in modo informale e accompagnati da un’animazione dal vivo per i bimbi. Anche in questo caso, si può usufruire del ristorante anche se non si alloggia in albergo.

Il ristorante Tuthankhamon

Il ristorante Tuthankhamon

L’Adventure hotel è stato inaugurato nel 2016. Si tratta di un fiore all’occhiello del gruppo Merlin. Per realizzarlo ci sono voluti 25 milioni di euro e 20 mesi di intenso lavoro. Ne è uscito un capolavoro dell’avventura, unico in Italia, fin dal suo ingresso.

Ad accogliere gli ospiti, un sommergibile lungo 25 metri che evoca i viaggi di Jules Verne. Subito dopo una reception in stile antica biblioteca, buona per gli esploratori. Ma sono le camere la vera attrazione. L’albergo, interamente tematizzato, consente di scegliere fra stanze di 4 diversi mondi: wild West, arctic, jungle e arabian.

Una delle stanze dell'Adventure hotel

Una delle stanze dell’Adventure hotel

Gli ambienti lasciano a bocca aperta. Ogni camera ha una scenografia curata al dettaglio, dagli arredi alle luci, dai materiali ai suoni. Oltrepassata la porta, l’ospite è proiettato in un’altro mondo: si passa dalla lussureggiante giungla al selvaggio West, dai ghiacci dell’Artico alle atmosfere arabeggianti da “Mille e una notte”, con tanto di palme e dune. Insomma, inevitabile strabuzzare gli occhi.

Come decisamente suggestiva è la “Blue lagoon” (Laguna blu). Si tratta di un’area piscina da tremila metri quadrati, condivisa da entrambi gli hotel e immersa nel verde. E’ a disposizione di chi voglia riposare dopo una giornata a Gardaland oppure per chi desideri refrigerarsi durante l’estate.