iscrizionenewslettergif
Sport

Atalanta, tre punti che valgono oro

Di Redazione24 Aprile 2017 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Il calo è normale in una stagione a mille all'ora. Se poi l'Inter perde a Firenze

Atalanta, tre punti che valgono oro
Il gol di Caldara

BERGAMO — Esattamente come due settimane fa con il Sassuolo, la sfida al Bologna si è rivelata più complicata del previsto.

Ci si immaginava i rossoblu quasi in gita a Bergamo e invece così non è stato e per circa mezz’ora sono stati proprio gli emiliani a giocare meglio e fare la partita.

Il primo quarto d’ora è sembrato tutto facile, con l’Atalanta che attaccava e ad ogni occasione andava in gol, prima con Conti e poi con l’ottimo Freuler.

E invece proprio il raddoppio ha quasi anestetizzato gli uomini di Gasperini, che prima hanno subito il gol casuale di Destro e poi hanno cominciato a lasciare l’iniziativa nelle mani degli ospiti che hanno iniziato a creare qualche apprensione alla porta di Berisha.

Sul cambio di atteggiamento dell’Atalanta ha sicuramente influito l’uscita dal campo di Kessie a metà primo tempo per infortunio, ma sono stati i primi minuti della ripresa a mostrare una Dea timida, con poco mordente e incapace di creare gioco.

Il Bologna è salito sempre di più e a quel punto il pareggio è diventato quasi inevitabile.

Sembrava fosse diventata una giornata da brividi e invece i cambi tattici di Gasperini hanno rivoltato ancora una volta la partita e l’Atalanta è tornata ad attaccare, trovando il gol da tre punti tutto sommato meritato con Caldara.

Se bisogna trovare una nota negativa alla squadra è la condizione atletica che pare un leggero calo: il Bologna spesso è arrivato primo sui palloni vaganti e nei contrasti, segno che i nerazzurri non corrono più a mille come fino ad un mese fa.

Ma un calo è anche normale dopo una stagione a mille all’ora durante la quale praticamente tutti gli avversari sono stati surclassati atleticamente e fisicamente.

A coronare la giornata sono arrivate le sconfitte di Inter e Milan a Firenze ed in casa con l’Empoli: l’Atalanta ha ora rispettivamente 7 e 5 punti di vantaggio sulle milanesi con cinque partite da giocare.

Come a dire che la Dea ha nelle proprie mani il destino verso il sogno chiamato Europa.

Mattia Paris

Atalanta, che fatica: battuto il Bologna 3-2

Atalanta-BolognaBERGAMO -- Alla fine è terminata con una vittoria per 3-2. Ma non è stata ...

Basket, la Fassi perde con la Geas

La Fassi in azione contro GeasBERGAMO -- Alla fine ha vinto il più forte, ma la Fassi Edelweiss di Albino ...