iscrizionenewslettergif
Bergamo

Al bergamasco Pellicioli la Legion d’onore francese

Di Redazione4 Aprile 2017 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Al bergamasco Pellicioli la Legion d’onore francese
Lorenzo Pellicioli e l'ambasciatrice di Francia Catherine Colonna

BERGAMO — Il bergamasco Lorenzo Pellicioli, amministratore delegato del gruppo De Agostini, è stato insignito del titolo di Chevalier dans l’ordre de la Légion d’Honneur (Cavaliere nell’Ordine della Legione d’Onore) nel corso di una cerimonia che si è svolta, a Palazzo Farnese, sede dell’ambasciata francese a Roma.

A consegnare l’onoranza a Pellicioli l’ambasciatrice di Francia in Italia Catherine Colonna.

L’ambasciatrice ha ricordato, nel corso della cerimonia, le principali tappe manageriali di Pellicioli nei settori nei quali ha operato, dall’editoria e i media, a quello croceristico e alla finanza. Ha sottolineato quanto la relazione di Pellicioli con la Francia sia “intensa e forte”, “quasi intima”.

Il percorso di Pellicioli si incrocia con la realtà economica francese quando, dopo gli esordi da giornalista a “Il Giornale di Bergamo” e l’esperienza in Manzoni Pubblicità e poi al gruppo Mediaset e Mondadori, dal 1990 al 1997 è in Costa Crociere prima a Miami, poi a Genova, ricoprendo anche la carica di presidente e amministratore delegato della Compagnie Francaise de Croisières (Costa-Paquet) con sede a Parigi dove si trasferisce dal 1993 al 1997.

Amministratore delegato di Seat dal 1997 al 2001, dal 2005 è amministratore delegato del Gruppo De Agostini. Alla guida del Gruppo De Agostini ha avviato con il presidente Marco Drago un processo di globalizzazione anche attraverso partecipazioni in società francesi. Oltre alla storica presenza in Francia, attraverso la società Editions Atlas, si sono aggiunti negli anni gli investimenti in Eutelsat e Générale de Santé e in Zodiak e Banijay.

L’ambasciatrice ha anche sottolineato “la sua azione a favore del patrimonio culturale » francese, che « si è estesa anche alle sue ricchezze gastronomiche” con le coltivazioni di viti e ulivi seguendo i criteri della coltivazione biologica.

Dal 2001, Pellicioli si è trasferito con la moglie e le tre figlie in Francia. Vive tra Parigi e Saint Rémy de Provence. Le figlie completano gli studi secondari a Parigi, mentre Pellicioli dedica le sue attenzioni alla tenuta nel parco naturale delle Alpilles, con annessa abbazia del XII secolo, l’Abbaye de Sainte Marie de Pierredon che ristruttura attraverso una importante opera di recupero e valorizzazione.

“Sono onorato ed emozionato per questo importante riconoscimento che corona il mio percorso personale e professionale. Vivo in Francia da quasi vent’anni e ho sempre avuto un rapporto speciale con questo Paese, che ha svolto un ruolo importante e determinante nelle mie decisioni sia di business sia private. Desidero ringraziare le autorità francesi e l’ambasciatrice Colonna per avermi insignito di questo titolo che cercherò di onorare sempre con riconoscenza e orgoglio”, ha commentato Pellicioli al termine della cerimonia.

Bergamo, lotta al degrado: nuovi poteri al sindaco

Parcheggiatori abusiviBERGAMO -- Nuovi strumenti per combattere il degrado delle città. Sono quelli che il decreto ...

Bergamo, società partecipate: via alle candidature

Palazzo Frizzoni, sede del Comune di BergamoBERGAMO -- Sono cariche che fanno certamente gola a molti. Il Comune di Bergamo cerca ...