iscrizionenewslettergif
Sport

Atalanta, niente sconforto: ora l’Inter

Di Redazione6 Marzo 2017 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Tifosi storcono il naso ma nello 0-0 con la Fiorentina non mancano aspetti positivi

Atalanta, niente sconforto: ora l’Inter
Gian Piero Gasperini

BERGAMO — Il pareggio interno contro la Fiorentina ha fatto storcere qualche naso tra i tifosi atalantini, ma analizzando la partita non è tutto da buttare.

Anzitutto è significativo che i viola siano venuti a Bergamo con il chiaro intento di limitare i danni, il che la dice lunga sulla considerazione che gli uomini di Gasperini si sono conquistati presso gli avversari.

Le prolungate perdite di tempo del portiere Tatarusanu e i cambi difensivi di Paulo Sousa dicono che la Fiorentina era ben contenta di tornare a casa con un punto e che non perdere contro l’Atalanta di quest’anno è considerato un risultato molto positivo.

E’ poi vero che i toscani non stanno passando un gran momento, con una anonima posizione di classifica e una fresca eliminazione dall’Europa League che ha scatenato le contestazioni della piazza, ma il tasso tecnico della squadra è notevole.

Giocatori come Borja Valero, Ilic e Kalinic sono in grado di stravolgere una partita con una singola giocata, e anche se al Comunale lo hanno fatto vedere solo a sprazzi, essere riusciti a limitarli è un buon risultato.

Certo, l’Atalanta di quest’anno ha abituato tutti molto bene, forse troppo, ma è chiaro che non si può andare a mille all’ora per tutto il campionato e dunque un punto come quello contro i viola è tutt’altro che da disprezzare.

Tantopiù che alcuni giocatori solitamente decisivi, oggi sono apparsi sotto tono: Gomez ha lavorato molto ma non è mai riuscito ad accendere la luce, ben limitato da Sanchez; Petagna non è mai arrivato vicino alla porta avversaria e Conti non è riuscito a spaccare la partita con le sue tipiche sgroppate sulla fascia.

Di contro, una menzione va fatta ancora una volta alla difesa. Berisha è riuscito per l’ennesima volta a tenere la porta inviolata, protetto dal muro formato da Masiello, Caldara ed un monumentale Toloi che è stato il migliore in campo per distacco.

Molto bene anche il solito Spinazzola, mentre ha molto deluso D’Alessandro che non ha sfruttato la chance datagli da Gasperini.

Purtroppo la classifica è leggermente peggiorata, perchè le inseguitrici non mollano di un centimetro: Milan ed Inter, anche aiutate dalla fortuna, continuano a vincere e di questo passo la quota punti per la zona europea rischia di essere una delle più alte di sempre.

E proprio contro l’Inter sarà il prossimo impegno, in quello che sarà a tutti gli effetti uno spareggio. Tutta la pressione è ovviamente sui padroni di casa, mentre l’Atalanta potrà andare a San Siro con la mente sgombra ben sapendo che il campionato di quest’anno, comunque vada, entrerà nella storia.

Mattia Paris

Atalanta: il pareggio con la Fiorentina costa caro

Gianpiero GasperiniBERGAMO -- Un punto che sta stretto, soprattutto per la situazione classifica. Certo non si ...

Albinoleffe: sconfitta 1-0 col Feralpisalò

L'Albinoleffe contro il FeralpisalòBERGAMO -- Sconfitta per 1-0 per l'Albinoleffe che perde contro il Feralpisalò. Ai seriani è ...