iscrizionenewslettergif
open-day-02jpg
Bergamo

Bergamo, crisi: finanziamenti in arrivo per 54 comuni

Di Redazione10 gennaio 2017 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Bergamo, crisi: finanziamenti in arrivo per 54 comuni
Produzione industriale

BERGAMO — Sono 54 i comuni della provincia di Bergamo inseriti nell’elenco dei territori che possono beneficiare delle agevolazioni previste per le aree di crisi industriale non complessa, con un impatto significativo sullo sviluppo dei territori interessati e sull’occupazione.

Le agevolazioni sono destinate alle sole società di capitali, incluse le società cooperative e consortili, già costituite alla data di presentazione della domanda di agevolazioni (comprese le startup).

I programmi di investimento devono riguardare nuove unità produttive che adottino soluzioni tecniche, organizzative, produttive innovative; l’ampliamento e la riqualificazione di stabilimenti esistenti attraverso la diversificazione della produzione con nuovi prodotti aggiuntivi o il cambiamento radicale del processo produttivo; la realizzazione di nuove unità produttive o l’ampliamento di quelle esistenti che forniscano servizi turistici; l’acquisizione uno stabilimento o di alcune sue parti.

I settori ammissibili sono manifatturiero; estrattivo di minerali da cave e miniere; produttivo di energia o di tutela ambientale; dei servizi alle imprese; dello sviluppo dell’offerta turistica attraverso il potenziamento e il miglioramento della qualità dell’offerta ricettiva.

“Il riconoscimento da parte del ministero dello Sviluppo Economico di 54 comuni della provincia di Bergamo quali aree di crisi non complessa è una buona notizia – dichiara Giacomo Meloni, segretario Cisl Bergamo – che auspichiamo si possa concretizzare rapidamente con le adeguate risorse economiche che il ministero deve ancora stabilire. È un fatto positivo che riteniamo possa concorrere a rilanciare lo sviluppo economico e la crescita occupazionale in aree significative del territorio bergamasco. L’auspicio della Cisl è che si possa aprire con gli enti locali e le imprese interessati dagli investimenti un confronto preventivo con le parti sociali al fine di conoscerne le ricadute sul territorio, l’occupazione e l’ambiente”.

A Bergamo l’Olimpiade dei videogiochi istruttivi

Un computer portatileBERGAMO -- Sono un centinaio i docenti e 74 le squadre di studenti che si ...

Aule scolastiche al freddo: protesta di Lotta Studentesca

BERGAMO -- I militanti di Lotta Studentesca Bergamo, nella notte tra lunedì e martedì, hanno ...