iscrizionenewslettergif
Politica

Centrodestra: qualità della vita? Bergamo arretra

Di Redazione12 Dicembre 2016 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Centrodestra: qualità della vita? Bergamo arretra
Stefano Benigni

BERGAMO —  “Dalla ricerca promossa dal quotidiano Sole 24 Ore sulla qualità della vita nelle diverse province italiane, emergono dati preoccupanti riguardanti Bergamo”. Lo dichiarano i consiglieri comunali di centrodestra Benigni (Forza Italia), Ribolla (Lega Nord), Tremaglia (FdI) e De Rosa (Lista Tentorio).

“Un dato che certamente non ci stupisce – visto l’esponenziale aumento di episodi di criminalità a Bergamo – è l’87esimo posto in graduatoria per il numero di rapine a cui si ricollega un allarmante 81esimo posto per i furti in appartamento. Sul fronte sicurezza dunque, ci troviamo ai piedi della classifica, con un preoccupante 89esimo posto”.

“È evidente che la politica di annunci e titoli di giornale mai accompagnati da fatti concreti, portata avanti in primis dal sindaco di Bergamo Gori e dal vicesindaco Gandi, non ha portato i benefici sperati – continuano i consiglieri comunali -. Come centrodestra, abbiamo più volte invocato la necessità di portare i militari nella nostra città e di aumentare i sistemi di videosorveglianza, rimanendo tuttavia inascoltati”.

“Allo stesso modo sono rimasti inascoltati i nostri dubbi riguardo al progetto di marketing territoriale a favore delle aziende annunciato a gran voce quasi due anni fa dal sindaco di Bergamo e che evidentemente non ha dato i frutti sperati. In tema di “spirito d’iniziativa” (che calcola il numero di imprese registrate) infatti raschiamo il fondo della classifica con un desolante 93esimo posto, in tema di “start up” invece ci troviamo al 34esimo posto – che associato ad una crescente disoccupazione giovanile – ci fa poco sperare”.

“Ci chiediamo dunque quali siano stati gli effettivi risultati del famoso piano di incentivi lanciato dalla giunta di centrosinistra nella città di Bergamo e quante aziende in questi due anni vi abbiano effettivamente aderito. Anche nel campo della ristorazione – concludono i consiglieri – arranchiamo con un 81esimo posto. È evidente la necessità di investire maggiormente nel commercio e di potenziare l’offerta turistica. Ci auguriamo che questa classifica serva da monito affinché finalmente vengano prese in considerazione anche le proposte del centrodestra, soprattutto in tema di sicurezza.”

Lega e M5s disertano l’incontro col premier incaricato

Il presidente del Consiglio incaricato, Paolo GentiloniROMA -- "Non riconosciamo alcuna legittimità a Gentiloni e al suo governo. Non abbiamo tempo ...

Valseriana, chiude il punto nascita di Piario: proteste

L'ospedale di PiarioPIARIO -- Sta provocando un vespaio di polemiche la chiusura del punto nascita dell'ospedale Locatelli ...