iscrizionenewslettergif
Bergamo

Yara, i giudici: delitto di gravità inaudita

Di Redazione28 Settembre 2016 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Depositate le motivazioni della sentenza di primo grado che ha condannato Bossetti all'ergastolo

Yara, i giudici: delitto di gravità inaudita
Il luogo del ritrovamento di Yara Gambirasio

BERGAMO — Sono state rese note le motivazioni della sentenza che ha portato all’ergastolo per Massimo Bossetti, condannato per l’omicidio di Yara Gambirasio.

I giudici della Corte d’Assise di Bergamo hanno depositato le motivazioni della sentenza di primo grado, questa mattina.

Secondo quanto si legge nei documenti, per i magistrati il delitto è “di inaudita gravità” ed è maturato “in un contesto di avances a sfondo sessuale, verosimilmente respinte dalla ragazza, in grado di scatenare nell’imputato una reazione di violenza e sadismo di cui non aveva mai dato prova ad allora”.

Definito infine “assolutamente affidabile” il profilo genetico nucleare di Ignoto 1, che le indagini hanno stabilito essere Massimo Bossetti e che è stato uno dei punti contestati dalla difesa.

Sciopero dei treni: ecco le fasce garantite da Trenord

Un treno di TrenordBERGAMO -- Confermato lo sciopero dei treni per giovedì 29 e venerdì 30 settembre. Trenord ...

Bergamo, il Comune mette a disposizione 15 spazi cittadini

Palazzo Frizzoni, sede del Comune di BergamoBERGAMO -- L’immobile ex Gres in via S.Bernardino, gli spazi di Porta S. Alessandro in ...