iscrizionenewslettergif
Cultura

Fiato ai libri: arrivano Arianna Scommegna e Laura Curino

Di Redazione21 settembre 2016 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Fiato ai libri: arrivano Arianna Scommegna e Laura Curino
Arianna Scommegna

Continua la manifestazione “Fiato ai libri”, il festival di Teatro-lettura, unico del genere in Italia, giunto all’11esima edizione, itinerante in Bergamasca.

Ecco gli appuntamenti della settimana.

Giovedì 22 settembre 2016 – Gorle Parco Comunale: Via Marconi, 5 ore 20.45 (in caso di maltempo: Auditorium Comunale via Marconi, 5)
IL BUIO OLTRE LA SIEPE
di Harper Lee
Voce: Arianna Scommegna (Milano)
Fisarmonica: Giulia Bertasi.
Oltre la siepe c’è l’ignoto, un ignoto che fa paura proprio perché non lo si conosce. E la paura di ciò che è oscuro ma anche solamente diverso genera pregiudizio. Ambientato in una piccola cittadina dell’Alabama nella prima metà del ‘900 è una storia più che mai attuale raccontata in prima persona da Scout, una bambina che con la sua purezza e innocenza accende una piccola fiamma nel buio di una comunità spaventata, chiusa e razzista. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

venerdì 23 settembre 2016 – Mornico al Serio, Cascina “Castello”: via Zerra ore 20.45 (in caso di maltempo: auditorium S. Andrea – via Castello)
LA LUNGA VITA DI MARIANNA UCRIA
di Dacia Maraini
Voce: Laura Curino (Torino)
Chitarra: Pierangelo Frugnoli.
Marianna Ucria non parla. Da piccola lo faceva, poi, smise di farlo. Perché? Marianna Ucria è donna nell’arretrata Sicilia del ‘700, ma legge Hume e
alla morte del padre gestisce le proprietà di famiglia. Marianna Ucria a tredici anni viene data in sposa ad un vecchio zio, ma col tempo riesce a sottrarsi dal ruolo di moglie. Marianna Ucria è una nobile che vive i momenti più belli e intensi con Fila e Saro, persone di una condizione sociale molto inferiore. Marianna Ucria comunica con tutti, nonostante il suo mutismo, tramite dei biglietti che sono più perentori di mille parole urlate. Marianna Ucria è una voce che si alza dal passato e incita chiunque a seguire le proprie aspirazioni. Ed è per questo che la vita di Marianna Ucria è lunga, perché non termina mai, ma prosegue in tutti coloro che nella vita cercano la propria strada. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Sabato 24 settembre 2016 – Pedrengo, sala polivalente oratorio parrocchiale via Monsignor Boni, 2 ore 16.30
I BRUTTI ANATROCCOLI
Liberamente ispirato alla fiaba di Hans Christian Andersen
Compagnia Teatrale Stilema (Torino)
Voce: Silvano Antonelli.
Tra papere con gli occhiali, strumenti musicali divertenti e poetiche suggestioni, lo spettacolo cerca di emozionare intorno all’idea che tutti, ma proprio tutti, possano cercare di rendere la propria debolezza una forza. Da qualsiasi punto si parta e in qualsiasi condizione ci si senta. Un modo per alzare gli occhi e guardare il grande cielo che ci circonda. Quel cielo nel quale la vita, qualunque vita, ci chiede di provare a volare.Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

sabato 24 settembre 2016 – Bagnatica Tennis Club Bagnatica : via Portico, 2 ore 20.45
SEI CHIODI STORTI
SANTIAGO 1976, LA DAVIS ITALIANA
di Dario Cresto-Dina
Compagnia: Ilinx teatro (Milano)
Voce: Nicolas Ceruti
Chitarra, Effetti Sonori: Mattia Airoldi.
Quella che vi racconteremo è la cronaca di una breve felicità. Nel pomeriggio di sabato 18 dicembre 1976, quattro favolosi italiani in braghe corte vincono a Santiago del Cile il campionato del mondo di tennis a squadre. Non diventeranno leggendari. Perché? Perché secondo molti in Cile la nostra squadra non ci doveva neppure andare. Quello era il Cile di Pinochet e non era giusto andare a casa del dittatore per giocare quella finale. Avrebbe significato omaggiarlo di un onore che non si meritava. A testimoniare l’impresa rimarranno solo una scarna documentazione e qualche resoconto frammentario. Quarant’anni dopo tocca alla letteratura raccontare quello che la cronaca evitò. Tra sport e storia, tra politica e sudore, prendete posto e che il gioco abbia inizio.
Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

domenica 25 settembre 2016 – Costa di Mezzate, Cascina “Fui’”, via Camozzi, ore 16.30 (in caso di maltempo: Palestra Comunale viale Italia, 2)
FEDERICO & CO
STORIE DI TOPI E ALTRI ANIMALI
di Leo Lionni
Compagnia: Aedopop (Bergamo)
Voce: Giorgio Personelli
Chitarra, Kazoo: Pierangelo Frugnoli
Scenografie: Francesca Bertoli.
In un avvicendarsi di racconti e canzoni esplorerete insieme a noi questo meraviglioso ambiente creato dal genio di Leo Lionni. Grazie a lui conoscerete Federico che possiede le scorte speciali per le gelide giornate invernali, Geraldina che da un gigantesco pezzo di formaggio ricava la musica più celestiale mai ascoltata, Alessandro che sacrifica il suo desiderio più grande per un amico appena conosciuto e molti altri. Personaggi che ci parleranno di amicizia, di solidarietà, di poesia, di arte. E non importa che molti di essi siano topini, perché proprio i più piccoli, spesso, sanno insegnare di nuovo a noi grandi gesti dimenticati. Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Pandemonium Teatro presenta la nuova stagione artistica

La compagnia teatrale Pandemonium Teatro presenterà la prossima stagione 2016-2017 con un incontro che si ...

Museo di scienze naturali: 8000 studenti lo scorso anno

Lo scheletro di un dinosauro dentro il Museo di scienze naturali Caffi di BergamoSono stati oltre ottomila gli studenti delle scuole dalla materna alle superiori che hanno visitato ...