iscrizionenewslettergif
Bergamo

Yara, Bossetti condannato all’ergastolo

Di Redazione1 Luglio 2016 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

La decisione della Corte dopo 10 ore di camera di consiglio. Tolta anche la patria potestà sui tre figli

Yara, Bossetti condannato all’ergastolo
Bossetti in carcere

BERGAMO — E’ stato condannato in primo grado all’ergastolo Massimo Bossetti, l’artigiano di Mapello imputato dell’omicidio aggravato di Yara Gambirasio.

I giudici della corte d’assise di Bergamo, presieduta da Antonella Bertoja, hanno emesso la sentenza dopo oltre 10 ore di camera di consiglio.

Il 13 maggio scorso il pm Letizia Ruggeri aveva chiesto per l’imputato l’ergastolo e sei mesi di isolamento diurno.

Non è servita l’ultima supplica di Massimo Bossetti, peraltro ben oltre il tempo limite: “Ripetete il Dna perché non è mio”. I giudici della Corte d’assise di Bergamo hanno dimostrato di pensarla diversamente sulla cosiddetta ‘prova regina’ e, dopo oltre dieci ore di camera di consiglio, ne sono usciti pronunciando “nel nome del popolo italiano” la parola che il muratore di Mapello più temeva: “ergastolo”.

Purtroppo per Bossetti la corte ha aggiunto altre iniziative dolorose: il muratore di Mapello non avrà più la patria potestà sui suoi tre figli, ancora minorenni.

Bossetti ha accolto la sentenza senza scomporsi, sollevando gli occhi al cielo.

Poco dopo, ai suoi legali ha detto “Non è giusto, è una mazzata, avevo fiducia nella giustizia”.

Bergamo, prezzi in leggera crescita a giugno

SoldiBERGAMO -- Crescono leggermente i prezzi al consumo a Bergamo. Nel mese di Giugno, l’indice ...

Due alpinisti bergamaschi precipitano dal Monte Disgrazia

Il Monte DisgraziaBERGAMO -- Due alpinisti bergamaschi sono morti ieri mattina sulla parete nord del Monte Disgrazia, ...