iscrizionenewslettergif
Politica

Renzi: non ci sono minacce specifiche all’Italia

Di Redazione24 Marzo 2016 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Renzi: non ci sono minacce specifiche all’Italia
Matteo Renzi

ROMA — “Abbiamo, come tutti i partner, messo in campo tutte le misure di sicurezza necessarie, anche se non risulta ad ora una minaccia specifica in Italia”. Lo ha detto il premier Renzi nell’aprire l’incontro con i capigruppo di maggioranza e opposizione all’indomani dell’attacco terroristico a Bruxelles.

“Occorre stringere sui meccanismi di intelligence tra i Paesi europei e non solo, valorizzare Europol, lavorare su una struttura condivisa”, ha ribadito Renzi.

Nel frattempo, la Polonia ha deciso di chiudere le frontiere ai migranti: “Dopo quanto accaduto ieri a Bruxelles” non siamo d’accordo “nell’accogliere alcun gruppo di migranti”, ha detto la premier polacca Beata Szydlo alla tv privata Superstacja. Finora la Polonia aveva accettato di accogliere circa 7000 rifugiati.

“Ieri a Bruxelles abbiamo vissuto una giornata impegnativa: è il caso di ricordare che i morti, e 32 li devono ancora riconoscere, sono i figli del buonismo dell’accoglienza a tutti i costi. E’ ora di dire che i potenziali delinquenti non devono venire a casa nostra” ha detto Matteo Salvini nel breve comizio tenuto, ad Avezzano (L’Aquila).

Italcementi, M5s e Pd: salvare Bergamo e i siti produttivi

Protesta dei lavoratori ItalcementiMILANO -- I gruppi regionali M5S e Pd hanno depositato congiuntamente una interpellanza urgente con ...

Otto per mille alle moschee? Salvini: follia

Matteo SalviniROMA -- "Veramente D'Alema ha detto questa cosa qui? Siamo alla follia pura, follia pura. ...