iscrizionenewslettergif
Bergamo

Inchiesta prostituzione, Fumagalli: non sapevo fossero minori

Di Redazione19 Febbraio 2016 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

L'avvocato difensore Bonomo: i ragazzi si presentavano come ventenni

Inchiesta prostituzione, Fumagalli: non sapevo fossero minori
I carabinieri del comando provinciale di Bergamo

BERGAMO — “Corrado Fumagalli ha ammesso gli incontri sessuali, ma non sapeva che i ragazzi fossero minorenni”. Lo ha detto il legale del presentatore televisivo Benedetto Maria Bonomo, al termine dell’interrogatorio davanti al giudice per le indagini preliminari.

Fumagalli si trova agli arresti domiciliari in seguito all’inchiesta bresciana sulla prostituzione minorile che ha portato agli arresti di 11 persone.

L’interrogatorio davanti al gip di Brescia Alessandra Sabbatucci è durato circa 15 minuti.

“Chi lavora nel mondo dell’hard – ha osservato l’avvocato Bonomo – sa che l’unica cosa alla quale bisogna stare attenti sono i minori. Fumagalli si faceva vedere anche pubblicamente con i ragazzi coinvolti, segno che non sapesse della loro minore età. Erano stati i giovani a cercare lui. In rete si presentavano come ventenni ed erano molto disinibiti, tanto da non sembrare per nulla minorenni”.

Commercialisti: convegno sulle possibilità d’investimento in Ungheria

Alberto Carrara, presidente dell'Ordine dei commercialisti di BergamoBERGAMO -- Internazionalizzare: la massima sfida per le imprese italiane. Mission a cui anche ...

Bergamo, il Mascheroni selezionato per progetto hi-tech

Il liceo scientifico Mascheroni di BergamoBERGAMO -- Il liceo scientifico Mascheroni di via Alberico Da Rosciate a Bergamo è stato ...