iscrizionenewslettergif
Bergamo

Ospedale Bergamo: tre bollini rosa da Onda

Di Redazione16 Dicembre 2015 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Ospedale Bergamo: tre bollini rosa da Onda
L'ospedale di Bergamo

BERGAMO — L’ospedale Papa Giovanni di Bergamo si è aggiudicato tre bollini rosa, il massimo riconoscimento che l’Osservatorio nazionale sulla salute della donna (Onda) dal 2007 attribuisce alle strutture ospedaliere attente alla salute femminile.

Il Papa Giovanni fornisce alla donne alcuni servizi come il percorso diagnostico terapeutico per le pazienti con diabete gestazionale e per le donne con diabete di tipo 1; la gestione del codice rosso in sala parto; la disponibilità dell’ecocardiografia fetale; il percorso di preservazione della fertilità e quello pensato per le donne vittime di violenza; l’assistenza a neonati malati, anche in Terapia intensiva neonatale; l’assistenza alle pazienti con sclerosi multipla e i percorsi di accompagnamento per i loro familiari, il percorso diagnostico-terapeutico per le neoplasie della cervice uterina a partire dalla prevenzione con vaccinazioni per HPV; il trattamento chemioterapico intraoperatorio per le neoplasie all’ovaio e la radioterapia intraoperatoria per i tumori al seno; gli ambulatori integrati per le mamme che necessitano di terapia psicofarmacologica in gravidanza e nel post parto.

Nel corso della cerimonia di premiazione svoltasi stamattina a Roma, alla presidenza del Consiglio, i bollini sono stati assegnati a 249 ospedali: 82 ne hanno ottenuto 3, 127 ospedali due e 40 ospedali un bollino.

“Si tratta di un prestigioso riconoscimento che da tanti anni ci accompagna lungo un percorso continuo di miglioramento dei servizi offerti alle donne, dalla gravidanza alle cure oncologiche, dalla prevenzione fino all’assistenza in caso di violenza – ha commentato Carlo Nicora, direttore generale dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII -. Attenzioni e possibilità che sono sostenute grazie alle tante professionalità su cui il nostro ospedale può contare. Il risultato sono prestazioni di alto livello, organizzate secondo le esigenze delle donne, in modo da offrire loro servizi eccellenti, in un contesto costruito su misura, in cui si possono sentire accolte e ascoltate”.

Tre i criteri di valutazione con cui sono stati giudicati gli ospedali candidati: la presenza, all’interno delle aree specialistiche di maggior rilievo clinico ed epidemiologico, di servizi rivolti alla popolazione femminile, appropriatezza dei percorsi diagnostico-terapeutici, a garanzia di un approccio alla patologia in relazione alle esigenze della donna, e offerta di prestazioni aggiuntive legate all’accoglienza in ospedale e alla presa in carico della paziente, come la telemedicina, la mediazione culturale e il servizio di assistenza sociale.

Due bollini rosa sono andati invece all’Ospedale di Treviglio.

Bergamo, spettacolo musicale itinerante

BandaradanBERGAMO -- Musica e animazione itinerante a Bergamo in vista delle festività natalizie. Il Comune ...

Trenord, arriva il “green pass”: costa 20 euro

Il nuovo treno VivaltoBERGAMO -- L'azienda ferroviaria Trenord lancia il "green pass": a 20 euro consente un numero ...