iscrizionenewslettergif
Economia

Statali: stipendi dimagriti di 400 euro

Di Redazione2 Novembre 2015 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Statali: stipendi dimagriti di 400 euro
Soldi

ROMA — Buste paga più leggere per gli statali. Nel giro di 4 anni la perdita è stata di quasi 400 euro.

Lo certificano i dati Istat, da cui emerge come dal 2010, anno in cui è partito il blocco, al 2014, ultimo aggiornamento, la perdita sia stata pari a 390 euro, guardando alla retribuzione lorda pro capite. Il calcolo è sulle somme correnti, senza considerare l’erosione dovuta all’inflazione.

Si è infatti passati da uno stipendio medio annuo di 34 mila e 662 euro a uno di 34 mila 272. Analizzando la spesa complessiva sostenuta dalla pubblica amministrazione per i redditi da lavoro dipendente il risparmio, sempre tra il 2010 e il 2014, è stato di 8 miliardi e 734 milioni euro.

I redditi, che mettono insieme retribuzioni e contribuiti pagati dal datore di lavoro, in questo caso la P.A, sono scesi da 172 miliardi 548 milioni del 2010 a a 163 miliardi e 814 milioni. Solo nell’ultimo anno la riduzione è stata di un miliardo e 96 milioni.

Un calo su cui ha pieni effetti, oltre al blocco della contrattazione, anche il tetto al turnover. E, infatti, i posti di lavoro si sono ridotti a 3,3 milioni da 3,5 milioni di cinque anni prima. A riguardo l’Istat specifica che si tratta del numero delle unità di lavoro equivalenti a tempo pieno (Ula), che misura l’effettivo input di lavoro impiegato nelle attività delle amministrazioni pubbliche. Nel dettaglio si sono perse 176 mila unità.

Confindustria: accordo fra Bergamo e la Russia

Ercole Galizzi, presidente di Confindustria BergamoBERGAMO --  I leader di Confindustria Bergamo e Confindustria Russia si sono incontrati ieri a ...

Bergamo, sorpresa: rallenta la produzione industriale

Produzione industriale ancora in calo BERGAMO -- La produzione industriale bergamasca segna una battuta d’arresto nel terzo trimestre dell’anno, con ...