iscrizionenewslettergif
Prima periferia

Da Vittorio: degustazione esclusiva di vini toscani

Di Redazione8 Ottobre 2015 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Da Vittorio: degustazione esclusiva di vini toscani
Enrico Cerea

BRUSAPORTO — Dopo il successo del primo appuntamento, il ristorante Da Vittorio e il Seminario permanente Luigi Veronelli propongono “Supertuscan: Bolgheri e la Costa Toscana”, seconda esclusiva degustazione del ciclo SV Premium Wine Tasting.

La degustazione si terrà al ristorante di Brusaporto giovedì 8 ottobre alle ore 19.45.

Dal talento della famiglia Cerea – ai vertici della ristorazione mondiale con Da Vittorio, insignito nel 2010 delle prestigiose tre stelle Michelin – e dall’esperienza del Seminario Permanente Luigi Veronelli, associazione per la cultura del vino e degli alimenti, è nata infatti “Veronelli Da Vittorio, degustazioni d’eccellenza”, collezione d’incontri dedicati alla degustazione e al racconto dei capolavori enologici italiani.

La seconda tappa della collezione porterà gli appassionati alla scoperta di uno dei più noti distretti produttivi al mondo, la Costa Toscana, a partire dal borgo di Bolgheri, luogo in cui ebbe inizio la storia recente di questo comprensorio. Grazie all’intuizione e alla caparbietà del marchese Mario Incisa della Rocchetta – padre del celebre Sassicaia – luoghi privi di un’identità enologica forte sono balzati all’attenzione dei gourmet e dei collezionisti di tutto il mondo.

Secondo una formula comune a tutti gli appuntamenti di degustazione proposti da Vittorio, gli straordinari vini della Costa Toscana saranno prima attentamente degustati, poi apprezzati nell’accordo perfetto composto con l’alta cucina di Enrico e Roberto Cerea. Capolavori enologici, alta cucina, cultura gastronomica e piacere dell’assaggio saranno, quindi, gli ingredienti fondamentali della serata.

Enrico Cerea

Enrico Cerea

“I vini italiani sono i primi ambasciatori della cultura gastronomica del nostro Paese. L’affermazione internazionale di un’importante azienda vitivinicola così come il successo di un grande ristorante rappresentano delle conquiste in grado di generare ricadute positive a livello sociale. Alla fine degli anni Sessanta risalgono sia i primi successi del Sassicaia, vino in qualche misura rivoluzionario, sia l’apertura di Da Vittorio ad opera dei miei genitori. In entrambi i casi si tratta di percorsi che prima d’essere progetti imprenditoriali sono testimonianze di passione per la cultura materiale e per le potenzialità nascoste dei rispettivi territori, oltre che delle comunità che vi risiedono” ha commentato Chicco Cerea, chef del ristorante Da Vittorio.

“Agricoltura e creatività a torto sono spesso considerati termini antitetici. Approfondire la conoscenza delle produzioni vitivinicole della Costa Toscana rappresenta una buona occasione per convincersi del contrario: vitigni e competenze tecniche viaggiano, seguono nella storia gli esseri umani e i loro spostamenti, dando vita a combinazioni sempre nuove e sorprendenti. Mario Incisa della Rocchetta nacque a Roma da una famiglia piemontese, studiò e si sposò in Toscana e in questa regione mise a dimora vitigni francesi, intuendo per primo le potenzialità del territorio bolgherese. La sua fu un’autentica invenzione: non soltanto di un vino straordinario, ma di un nuovo modo – non l’unico, naturalmente – d’intendere la viticoltura. Numerosi progetti imprenditoriali sorsero nella direzione da lui indicata e aziende di lunga tradizione beneficiarono della sua esperienza per rinnovarsi. Castello del Terriccio, Le Macchiole, Petra: sono soltanto alcune delle realtà produttive d’eccellenza che giovedì avremo il piacere di presentare”, ha anticipato Andrea Bonini, direttore del Seminario Veronelli.

Per “Supertuscan: Bolgheri e la Costa Toscana” il Seminario Veronelli ha selezionato alcuni dei migliori vini recensiti dalla Guida Oro I Vini di Veronelli 2016, in libreria a partire dal 22 ottobre.

A rendere indimenticabile la serata contribuiranno un piccolo benvenuto e un piatto creato dai fratelli Cerea per valorizzare, nel gioco degli abbinamenti, i vini in degustazione.

I VINI IN DEGUSTAZIONE:

Bolgheri Sassicaia 2012
Tenuta San Guido (Castagneto Carducci, Livorno).

Petra Toscana Rosso 2012
Petra (Suvereto, Livorno).

Monteverro Toscana Rosso 2010
Monteverro (Capalbio, Grosseto).

Fidenzio Toscana 2008
Podere San Luigi (Piombino, Livorno).

Lupicaia Toscana 2006
Castello del Terriccio (Castellina Marittima, Pisa).

Paleo Rosso 2011
Le Macchiole (Castagneto Carducci, Livorno).

Cabraia Toscana 2011
Gualdo del Re (Suvereto, Livorno).

Il costo della serata è di 85 euro comprensivo della degustazione guidata di sette grandi vini selezionati dal Seminario Veronelli e di due proposte culinarie a cura del ristorante Da Vittorio.

Si perdono nel bosco: tre boliviane salvate dal soccorso

Gli uomini del soccorso alpino in azioneSORISOLE -- Si erano perse nei boschi sopra Sorisole. Tre giovani sorelle di origine boliviana ...

Bergamo, La Pasqualina “bar dell’anno”

Il vincitore "La Pasqualina"BERGAMO -- E' bergamasco il vincitore del premio Illy “Bar dell’anno 2016". Il riconoscimento è ...