iscrizionenewslettergif
Cultura

Bergamo, mostra di Rino Ferrari su Dante Alighieri

Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Bergamo, mostra di Rino Ferrari su Dante Alighieri
Palazzo della Divina Commedia

Mostre e convegni. Sono molti gli eventi organizzati nei prossimi mesi dalla Fondazione Credito Bergamasco per festeggiare il 750esimo anniversario della nascita di Dante Alighieri.

Una felice occasione – il ritrovamento di un notevole corpus di progetti dipinti, disegni, gouache, chine, messo a disposizione dell’Ateneo di Scienze Lettere Arti – ha fatto riemergere un denso programma culturale che nel secolo scorso l’artista italiano Rino Ferrari aveva elaborato, predisposto, rappresentato.

Nato a Paderno Ponchielli nel 1911, morto a Cremona nel 1986, Ferrari aveva messo al centro dei suoi interessi i grandi classici, in particolare la Divina Commedia.

Figlio dei suoi tempi Ferrari sapeva quanta forza comunicativa avrebbero avuto le immagini nel disvelare orizzonti letterari ed artistici a un pubblico vastissimo, fiducioso dei positivi cambiamenti che in seguito avremmo definito boom, economico e non solo.

Lussuria News

Lussuria News

Erano gli anni Sessanta del secolo scorso; televisione, radio, ma anche giornali, riviste, fascicoli illustrati inondarono insieme ai libri tascabili le case di migliaia di italiani e finalmente le cose belle, la bella arte, la buona letteratura furono alla portata di tutti, anche di coloro che non avevano avuto la possibilità di seguire un qualsiasi cursus honorum a scuola. Nacquero “I maestri del colore” editi da Fabbri, gli Oscar Mondadori, la cui strada fu anticipata nel 1949 dalle edizioni BUR (Biblioteca Universale Rizzoli). Ne conseguì un processo di educazione popolare efficace e lento, da delibare e non da consumare nello spazio di un flash fotografico o di un avvenimento mondano, niente di spettacolare, se non per la quantità e la qualità di occasioni che venivano diffuse e che comunque richiedevano una libera e consapevole scelta da parte degli utenti.

In quest’atmosfera Rino Ferrari affronta la Commedia dantesca, la legge, la interpreta, la pensa e la immagina. Del suo itinerario conoscitivo e spirituale rimangono moltissime tracce, molte elaborazioni figurative, eseguite con le più diverse tecniche. Sogna di poter realizzare “Il Palazzo della Divina Commedia”, un luogo attrezzato con le migliori tecnologie dell’epoca, percorribile, stupefacente, in scala gigante, in modo che gli spettatori da subito possano misurarsi con la grandezza del mondo dantesco.

Gli “inferi” sono il tema della mostra che l’Ateneo di Scienze, lettere e arti di Bergamo e la Fondazione Credito Bergamasco offrono per ricordare Dante a 750 anni dalla sua nascita e per ripensare all’abilità di Ferrari che cinquant’anni fa, per il 700° anniversario, predispose una mostra delle sue opere a Madrid, a Cremona, a Bergamo, a Parigi.

“Rino Ferrari/Inferi” è il titolo nato da una sorta di calembour grafico. Esposte circa 50 opere: disegni a matita, a china acquerellata, tempere, gouache, olii; elaborazioni grafiche in grande scala dei mostri infernali, progetti dell’Inferno e del “Palazzo della Divina Commedia”, documenti e fotografie, animazioni delle tavole degli inferi.

Accidia

Accidia

La mostra apre il 27 settembre 2015 nella sede storica dell’Ateneo, in piazza Duomo, a Bergamo, alle ore 11.00. Dopo il saluto delle autorità, il segretario generale Fondazione Credito Bergamasco Angelo Piazzoli e il presidente dell’Ateneo Maria Mencaroni Zoppetti presenteranno l’iniziativa.

La mostra sarà visitabile fino al 31 ottobre 2015, dal martedì al venerdì dalle ore 15.00 alle ore 19.00; sabato e domenica dalle ore 10.00 alle 19.00.

L’ingresso è gratuito.

Dal 6 novembre l’esposizione proseguirà, fino all’11 dicembre, nel Palazzo Storico del Credito Bergamasco, in Largo Porta Nuova, con distribuzione gratuita del catalogo.

In data 28 ottobre 2015 (dalle ore 15.30 alle ore 19.00) si terrà presso l’Ateneo, in via Tasso 4, Sala Galmozzi, il convegno “Parliamo di Dante. Oggi”.

Guide turistiche: corso di preparazione all’esame

Cielo terso e meraviglia a Pasquetta, a Bergamo AltaNuovo corso per aspiranti guide turistiche organizzato dal Gab (Gruppo archeologico bergamasco) di Bergamo in collaborazione con ...

Contemporary locus 9 all’area Tesmec di Curno

Contemporary locus 9Nuovo appuntamento con "Contemporary focus", l'evento itinerante che punta a riscoprire i luoghi dell'arte contemporanea. ...